Come un eruzione di petrolio in profondità

Come un vulcano sottomarino che erutta tonnellate di petrolio al giorno.
Così è stato definito il disastro che sta ancora avvenendo sulle coste della Lousiana.
Non c’è bisogno di votare per i verdi per capire che stiamo mandando la nostra Terra in rovina. Quelli che votano quei partiti lo fanno solo per mettere l’accento su qualcosa, magari che non gli appartiene, che gli piace evidenziare della loro persona. Spesso perchè non hanno altro da mostrare.
Basta essere persone ragionevoli per capire che non si può andare avanti tra un disastro ambientale e l’altro. Che non si può andare avanti nella corsa alla comodità, al progresso, alla tecnologia.
Sono costretto ad essere contro l’energia nucleare, mi dispiace. Non mi interessano le rassicurazioni che ci fanno ogni giorno sulla sicurezza delle centrali nucleari della.. quinta generazione (?).. o giu di lì.
No, l’ho sempre pensato, fin da quando ero un ragazzo, meglio tornare alle candele, ai lumi a petrolio, ai cavalli, alle carrozze.. al fuoco con la legna raccolta nei boschi.. Anche se non ho mai votato per i verdi.. anzi, no, uno dei miei primi voti glielo avevo dato.
La Terra non merita di morire per colpa nostra. E troppo bella, e devo vedere ancora tanti posti.
..

Il libro FILAMENTI E CAMPI di Gaetano Rizza si può acquistare sia presso il circuito Ibs e IBS (formato tascabile), che presso AMAZON (Prime).

Anche in formato eBook Kindle

2 risposte a Come un eruzione di petrolio in profondità

  1. Massimo scrive:

    Chi non risica, non rosica. fui tra quelli che, in occasione del referendum, votarono a favore della prosecuzione del programa nucleare. e ogi y fatti (e y costi) mi dano ragione. Farei pagare la bolleta energetica a chi votò contro. 😉 e poi non o alcuna intenzione di ridurre la mia qualità di vita, l’aria condizionata de’estate e il riscaldamento in inverno: mica sono condanato ahí/hay/ay Piombi ! se, poi, è vero che y verdi adeso ci contano pure l’uso della carta igienica mi sento sempre più distinto e distante da quel’ambiente.

  2. Le Barricate scrive:

    anch’io votai in tal senso, ma solo per non fare chiudere le centrali in freta e furia, che magari si procurava anche un guaio magiore. Quindi un voto più che responsabile.

    Per il resto non vorrei trovare un mattino tuti y pori della la mia pelle ricoperti di catrame. Ciao 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*