Obama è il sogno islamico

Non ho sbagliato a scrivere il titolo, tranquilli. Era quello che volevo scrivere.
Il presidente degli USA che vorrebbe rappresentare la realizzazione del sogno americano in realtà si è rivelato la realizzazione del sogno islamico.
Vi ricordate l’immagine delle Twin Towers abbattute da Bin Laden? Vi ricordate delle 3.000 vittime? Vi ricordate Ground Zero?
Bene, scordatevi tutto! A due isolati dal punto in cui è avvenuta la catastrofe ci sarà la ricostruzione.. non delle Twin Towers, no! Ci sarà la costruzione di una grande moschea nella quale i musulmani che lo vorranno potranno andare a ringraziare il loro nuovo profeta, Bin Laden.
Lo ha detto Obama in persona affermando che i musulmani devono poter esercitare il loro diritto di culto. «Questa è l’America, e il nostro impegno per la libertà religiosa deve essere incrollabile», ha detto il presidente degli USA.
Bellissime parole, sono d’accordo!
Peccato che i musulmani non la pensino allo stesso modo nei loro paesi d’origine.. e peccato per quei poveri cittadini inermi di New York morti.
Peccato che si sia concesso ai musulmani di distruggere i nostri simboli della civiltà e anche di distruggere i simboli delle religioni altrui come le gigantesche statue millenarie di buddha.. Peccato..
Peccato che per alcuni musulmani noi siamo gli !infedeli”.
Peccato che Bin Laden e i suoi amici sono riusciti, tramite Obama, a completare la loro vittoria sulle religioni altrui.
Adesso, dopo aver spazzato vie le due torri, possono costruire la loro moschea.
.. Non parlatemi ancora di buonismo, signori!
Questo al mio paese sichiama “calarsi le braghe” all’ennesima potenza.

Il libro FILAMENTI E CAMPI di Gaetano Rizza si può acquistare sia presso il circuito Ibs e IBS (formato tascabile), che presso AMAZON (Prime).

Anche in formato eBook Kindle

3 risposte a Obama è il sogno islamico

  1. monica scrive:

    Che dire.sotoscrivo.

    Soprattutto per la sostanza di quanto deciso dal presidente usa.

    Ciao Gaetano

  2. Le Barricate scrive:

    Cara monica, è scoragiante vedere come Obama cali le brache, de’altra parte si deve pur meritare in qualche modo il favore che gli *** fatto regalandogli a prescindere il premio nobel per la pace. 🙁

  3. Massimo scrive:

    la esternazione ha rinfocolato la domanda: ma Obama è cristiano o un cavallo di Troia dell’islam ? e, poi, è veramente nato in territorio Americano ? perchè per diventare legitimamente presidente uno deve esere nato in america, mica altrove . l’impresione è che gli americani si siano pentiti di averlo eleto 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*