La misera politica di Cip e Ciop

Il piano dei futur-libertini e dei casinisti, in fondo, potrebbe essere meno ingenuo di quello che appare.
Le loro ambizioni, si sa, sarebbero infinitamente maggiori solo perchè essendo stati a fianco di Berlusconi hanno ingenuamente pensato che al posto suo avrebbero potuto starci anche loro; questo senza naturalmente considerare che per essere dei veri leader occorre anche avere il consenso popolare, consenso che fini e casini hanno solo in minimi termini.
Quindi, logica vorrebbe, che i due non possanoo aspirare ad ottenere la carica di presidente del consiglio.
Ma l’ambizione di Cip e Ciop è smisurata, lo sappiamo tutti, cosicchè, considerato che ci hanno provato ma si sono trovati in un vicolo cieco a causa, come abbiamo detto, dei loro scarsi numeri, stanno cambiando obbiettivo in corsa.
L’unico modo di sfruttare i loro pochi voti e metterli a frutto per appagare le proprie ambizioni personali è quello di fare i centrini della politica. Mi spiego: i centrini in ambito domestico sono quei pezzetti di stoffa, anche ricamata, o di pizzo, che si sistemano sopra un mobile e servono per preservare la superficie di questo dal peso dell’oggetto, spesso di un qualche valore, che viene esposto.
In pratica, si capisce benissimo che i centrini, da soli, non servono a nulla. La loro funzione è quella di sostenere qualcosa che abbia un certo peso.
Ai centrini, quindi, non serve avere un peso. Ai centrini serve essere utilizzati indipendentemente dal loro peso.
Nel caso italiano attuale i centrini Cip e Ciop non potendo essere esposti come fatto politico a se stante, dovranno sostenere di volta in volta “i pesi” costituiti dalla sinistra o dal centro destra.
La posizione più comoda per stare sempre al governo a prescindere dai loro ideali, se mai ne avessero.
Hai capito la misera politca di Cip e Ciop?
Mah!

Amen.

Il libro FILAMENTI E CAMPI di Gaetano Rizza si può acquistare sia presso il circuito Ibs e IBS (formato tascabile), che presso AMAZON (Prime).

Anche in formato eBook Kindle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*