Europa? Sì, ma col sedere degli altri!

Dopo la Francia di Sarkozy anche la Germania fa la dura con i profughi Tunisini, Libici, etc.. nonchè con l’Italia, e non vuole riconoscere i permessi temporanei rilasciati dal nostro governo, così hanno già dichiarato che rafforzeranno i controlli alle frontiere per respingere gli indesiderati.
Bellissimo! Fanno la guerra, usano le nostre basi d’appoggio, ci coinvolgono e poi: “I profughi? E chi li conosce? Hanno di che sostentarsi? No? Allora che rimangano in Italia!”
La Francia che aveva colonizzato la Tunisia e che adesso vuole colonizzare la Libia, non riconosce i profughi; e la Germania la segue a ruota lasciando la patata bollente a noi.. agli eroi di Lampedusa, di Manduria.. alla brava gente italiana, nonostante tutto.
Questa guerra dell’Onu ha solo un merito: quello di avere dichiarato il fallimento dell’Europa!
Non mi ricordo di avere mai avuto un sentimento antieuropeo come quello che nutro adesso. Colpa dell’egoismo di quelle nazioni che si stanno smarcando dall’esodo dei profughi nord-Africani provocato dall’occidente.
Sono tutti capaci a fare le guerre col culo degli altri!
Vergognosi!
Amen.

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

2 risposte a Europa? Sì, ma col sedere degli altri!

  1. Massimo scrive:

    l’errore è stato il nostro ad aderire al’unione sovietica europea senza le stese riserve di stampo nazionalista degli altri. perchè il comportamento giusto verso l’imigrazione è il loro, non il nostro.

  2. Le Barricate scrive:

    de’accordo fino a un certo punto. perchè quando si va a sfruculiare in quei paesi, poi te ne asumi anche le conseguenze, opure li vogliamo fare anegare tuti, come pare sarebe disposto a fare sarkozy?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*