Sgarbi è troppo intelligente, meglio Saviano o Celentano

Ci tocca anche Sgarbi, questo il titolo della trasmissione di esordio in Rai di Vittorio Sgarbi.
Non me lo sono voluto perdere e quindi mi sono sintonizzato su Rai 1 per godermelo, perchè nonostante la nevrastenia del personaggio, io lo giudico il miglior affabulatore televisivo, soprattutto quando parla della sua materia: l’arte. Era una trasmissione in diretta e ci sarebbe voluta una preparazione maggiore prima di andare in onda, infatti fino all’ultimo alla Rai erano indecisi se farla davvero partire o no e se farla in diretta o no.
Ma sono partiti ed è anche andata, con qualche sbavatura sulla scaletta originale, ma anche con la capacità di comunicazione del mattatore della serata. Con qualche stupidata di Morgan che ha interrotto Sgarbi inopinatamente prendendosi il meritato cazziatone in diretta. Con uno Sgarbi padrone del palcoscenico come fosse in un teatro e, ripeto, con grande capacità comunicativa, aiutato in questo dal regista Martinez. Ha parlato di personaggi di cui ormai si parla poco, di critici, attori, che parrebbero dimenticati da tutti noi che andiamo di fretta e riusciamo a soffermarci, pare, solo sui fenomeni del momento, per poi, l’indomani passare al prossimo divo di turno.
La trasmissione è stata molto autoreferenziale, d’accordo, perchè improntata tutta su di lui. Anche i personaggi di cui ha parlato erano legati in qualche modo a lui e ai suoi ricordi.
Io l’ho considerato un pezzo di teatro..
Ma ha avuto un pubblico insufficiente, per questo si parla di flop e quindi di sospensione del programma.
La gente preferisce i grandi fratelli, le isole dei famosi, gli spettacoli demagogici di Fazio e Saviano nei quali spettacoli tutto ha un ordine prestabilito.. e un effetto sicuro. Il genio non è considerato, a parte il genio di Celentano che a sua volta fa spettacoli intelligenti, ma è ignorante…
L’intelligenza pura di uno Sgarbi, invece, dà fastidio.
Amen.

Gaetano Rizza

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

4 risposte a Sgarbi è troppo intelligente, meglio Saviano o Celentano

  1. Massimo scrive:

    Il problema è che il Centro destra, ancora una volta, subornato dalle ali moderate, ha completamente sbagliato la scelta del diretore generale. Quando capirano che l’unica soluzione è privatizare la rai e abolire il canone, così a sinistra dovrano pagarsi di tasca propria y loro spetacoli ?

  2. Marshall scrive:

    Condivido l’opinione sul personagio, che si è poi deto nemico anche lui delle pale eoliche, quando queste deturpano il paesagio e son poste sulle rote degli uccelli migratori; rote che esistono da che mondo è mondo. Ed è anche nemico dei panelli fotovoltaici, il cui terreno di posa viene cosparso di defoglianti, tanto da rendere quella terra sterile per chisà quanti secoli a venire. inoltre, entrambe y mezi non risolvono comunque il problema dell’energia (in mancanza di vento le pale son ferme, e di note y panelli non forniscono energia). Problemi che avevo afrontato in questo post.

  3. Le Barricate scrive:

    masimo, al di là di destra o sinistra, sono gli Italiani tuti che fano l’ascolto televisivo, e se preferiscono y grandi fratelli alla sensibilità di uno sgarbi, che per quanto antipatico posa esere a molti, rimane un intelletuale geniale rispeto a certi pseudointelletuali asolutamente demagogici e prevedibilisimi, siamo messi molto male in quanto a cultura con la se maiuscula.

  4. Le Barricate scrive:

    marshal, capisco le obiezioni che fa Sgarbi alle pale eoliche etc. Ma rimango comunque contrario al’energia nucleare. Preferisco l’energia delle candele e dei vecchi mulini da macina. so di esere estemporaneo nella civiltà di ogi.

    Ciao 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*