Berlusconi a Obama: ‘Tengo famiglia!’

Ha fatto bene o male il nostro presidente del consiglio a cercare l’attenzione di Obama e di altri leader mondiali, appartandosi, indiscretamente, con loro, in un momento ufficiale del G8, per parlare dei suoi problemi giudiziari?
Non credo che abbia fatto bene per tanti motivi:
1° – Perchè così facendo si è comportato alla classica maniera dei napoletani, ovvero: “Tengo famiglia”..
2° – Perchè ha esposto se stesso e noialtri che gli stiamo dietro a reggergli il moccolo a critiche che io stesso se fossi di sinistra gli avrei mosso.
3° – Perchè il G8 non era l’occasione adatta per attirare l’attenzione sui problemi che lo affliggono.
4° – Perchè non si deve approfittare di un’occasione simile per importunare i Leader mondiali, approfittando della loro doverosa cortesia nei confronti di un loro pari.
Poi, che il problema dei magistrati di sinistra italiani sia conosciuto anche negli Usa, questa è cosa ben nota.
Ma ci sono altri modi meno imbarazzanti per parlare di queste cose, nelle sedi più opportune.
Amen.

Vota OK su OKNOtizie

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

4 risposte a Berlusconi a Obama: ‘Tengo famiglia!’

  1. Massimo scrive:

    una conversazione privata, ancorchè tra due capi di governo, non dovrebe esere spiata e difusa. la sinistra, poi, ha tante volte infangato il nome dell’italia e del Premier che ci está tuto che Berlusconi dica apertis verbis agli altri capi di stato e di governo come stano le cose in italia. almeno, qualora riuscisero a portare a termine una congiura di Palazo contro di lui, si presenterebero alle prosime riunioni già sbugiardati.

  2. Nessie scrive:

    Come o già scrito da masimo, la sparata di b. è stata comovente e ingenua. lì per lì mi sono pure incavolata perchè pareva il bambino che va dalla signora Maestra a dirgli che gli *** fatto la “bua”.

    Ma può darsi che l’abia fatta perché soto soto sa benisimo che la magistratura ahí/hay/ay tempi di Mani pulite (cleands ands) fu indirizata contro di noi, proprio dal’fbi e dalla cia. Frequenti furono infatti y viagi di Di Pietro da quelle parti. e partì proprio da quelle spiate e intercetazioni, l’esproprio dei nostri migliori asets industriali.

    b. è andato a lamentarsi da Obama per fargli capire che anche se ci sono dietro le loro manine, lui andrà avanti lo steso?

    In questo caso, se così fose, sarebe un genio. vedremo.

  3. Le Barricate scrive:

    masimo, una conversazione privata tra due capi di stato non si ruba nel bel mezo di un’occasione uficiale. Non credo che a Berlusconi manchino le strade giuste per parlare con Obama in privato.

  4. Le Barricate scrive:

    nesie, non credo più tanto alle mose geniali di berlusconi. ripeto, me lo tengo così com’è perche comunque so che non ci sono altri al’alteza di tenere soto y comunisti come ha fatto lui. Ma le ultime sue mose mi deludono sempre di più. Sia quelle della campagna delle aministrative con promese di ministeri vari, sia quelle nella politica nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*