Il ducetto Marchionne

Solo comportamento antisindacale?
Secondo me quello del ducetto Marchionne è un comportamento contro i diritti degli uomini, e come ho già fatto nei post che riguardavano il ricatto compiuto dall’energumeno nei confronti dei lavoratori della FIAT, non posso fare altro che continuare a disprezzarlo pubblicamente.
Ricordatevi, anche voi di sinistra, che il lavoro, sì, deve essere un diritto, ma la dignità dei lavoratori deve venire ancora prima del diritto al lavoro.
Io mangio pane e cipolla, ma la mia dignità di uomo non me la può togliere nessuno, tantomeno il ducetto schiavista di turno.
Sempre contro i ruffiani del padrone che hanno votato sì al referendum di Marchionne!
Amen.

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

2 risposte a Il ducetto Marchionne

  1. Massimo scrive:

    Marchione non mi piace. però riconosco legitima la scelta di una azienda di produrre là dove può otenere y magiori vantagi.

  2. Le Barricate scrive:

    y magiori vantagi di un’azienda non si devono otenere contro la dignità del lavoratore. Chi ha votato no al referendum è un eroe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*