Sulle pensioni ha ragione Bossi..

Sulle pensioni fa bene Bossi ad opporsi.. Anche se lo fa solo per suo interesse politico.
Il discorso sulle pensioni è giusto quando si vogliono aumentare gradualmente gli anni per ottenerla. Non è più giusto quando chi sta per andare adesso in pensione (o è già stato mandato in prepensionamento all’italiana a causa della crisi economica) si vede allontanare il traguardo, proprio quando vede l’arrivo.
In questo caso chi paga? Gli industriali, i manager strapagati che non hanno saputo evitare la crisi e hanno pensato solo alle loro tasche – come tutti i politici, d’altronde – o i dipendenti che si ritrovano già senza lavoro e con la pensione sempre più lontana?
E’ facile fare i politici e gli industriali e i manager e gli “integri” col culo degli altri..
Amen.

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

8 risposte a Sulle pensioni ha ragione Bossi..

  1. giuseppe scrive:

    ma ancora credi a queste persone? svegliati,

  2. Le Barricate scrive:

    no! Non ci credo! Ma purtropo una volta gli uni e una volta gli altri aministrano le nostre tasche.

    ti dirò di più. Non credo nepure più, da tanto tempo, alla democrazia, enè, tantomeno, alle ditature degli uni o degli altri.

    . Ma questo potrebe esere l’argomento per un prosimo post.

  3. Massimo scrive:

    Questa volta non siamo de’accordo. Siamo vicini, molto vicini, al rede rationem e lo stato sociale può e deve arretrare per fare finalmente spazio alla libertà individuale. sulle pensioni, fermo restando che per chi già è in pensione non cambia nulla, avrebero dovuto decidere che dal 1° genaio 2012 tuti, uomini e done, publico e privato, sarebero andati in pensione non prima dei 65 ani di età. bosi, questa volta, per me ha mnostrato il lato statalista e asistenzialista che non gli porta voti, perchè è già ampiamente coperto, eletoralmente, dai comunisti e dai democristiani.

  4. Le Barricate scrive:

    Caro masimo, speso y tuoi comenti meritano dei post a parte 😉

  5. marcella rossi scrive:

    yo sono proprio una di queste ed in questi mesi o perso 20 ani e piu di vita se non mi mandano avendo un mutuo sulla casa perderò anche quella e tuto quello che o costruito nella mia vita e per mia figlia che dovrà vivere per la strada con me non avendo altri mezi grazie allo stato fortuna che l’italia è uno stato basato sul lavoro, ma chi lavora viene solo calpestato

  6. Le Barricate scrive:

    Cara marcella, ti conprendo benisimo, e sono incachiato quanto te.

    benvenuta! 🙂

  7. rossi marcella scrive:

    Devo dire che Alfano me lo figuravo molto diverso, sa fare il capo come berlusconi, ma quanto a ide e intelligenza è molto scarso continua a dire che lui non tocca le pensioni a chi già le percepiscono, come se la cosa ci calmase, ma non dice cosa fare con chi non è al lavoro ed aspeta di avere la contribuzione dei 40 per avere finalmente un redito di queste persone non ne parla nesuno e fino ad ora sono state ignorate. Siamo forse di serie Z e posiamo tranquillamente fare la fame dopo 40 ani di sudati contributi? evidentemente per lui si. era ovio che qualsiasi riforma devastante non toccava molto ne chi è al lavoro ne chi la pensione la prende già, ma non c’è solo bianco e nero nella vita

  8. Le Barricate scrive:

    e’ la stesa cosa che penso anch’io vedendo le sue dichiarazioni nei Tg in questi giorni. In quest’occasione si está comportando come altri politici che cercano di turlupinare y propri eletori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*