A Berlusco’… e mò mi stai stufando!

Ok! Diciamo che il caso Ruby non è vero… che il caso D’addario è una montatura, che il caso Spatuzza è un teorema, che il caso Tarantini è un falso, che il caso Mangano è pura fantasia, che Dell’Utri è una brava persona, che Previti è una vittima, che Lavitola è un ottimo direttore dell’Avanti, che Lele Mora è una persona per bene, che Fede lo sia altrettanto, che la Minetti sia una crocerossina, che Noemi non te l’ha mai data, che Veronica Lario è una visionaria, dimentico senz’altro qualcosa… mumble, mumble…

Ok! Te lo dico come te lo direbbe Ignazio La Russa: “Digiamolo!”

Minchia, però! Possibile che sai circondarti solo di zoccole, ruffiani e poco di buono?

A Berlusco’! E mò basta però!

Amen

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

7 risposte a A Berlusco’… e mò mi stai stufando!

  1. Nessie scrive:

    però c’ è un però. Ora che non fa più gli interesi nazionali (la manovra lacrime e sangue comandata da truccheto-trichet della bce), soportarcelo putaniere diventa ancora più intollerabile.

    Prima invece ci soportavamo stoicamente ogni tipo di bunga-bunga, perché aveva fatto accordi energetici con Putin e ghedafi, contro gli interesi dell”amico amerikano”.in altre parole, ci tutelava.

    ot: hay poi visionato il filmatino?

  2. Le Barricate scrive:

    nesie, per quello che mi riguarda, a parte il merito di avere tenuto a bada la sinistra per tuto questo tempo – e per questo lo ringrazierò sempre – mi sa che non riesca a fare esperienza delle disaventure provocate dal suo comportamento legero. perchè ne viene fuori sempre una nuova, come la telefonata a Lavitola che, a prescindere da quello che si sono deti, probabilmente è un personagio che un presidente del consiglio non dovrebe frequentare, per poi, tra l’altro, farsi anche scoprire.

    [seguo il tuo o.t] Il filmatino l’ho appena visto. mi sembra un po’ tanto semplificato.

    Comunque il fatto che si stampi moneta oltre alla disponibilità della riserva, nella mia ignoranza in materia non me lo sarei mai aspetato.

    mi sa che sono un po’ come le tipografie dei falsari che stampano carta senza valore che poi metono in giro. mah!

  3. Massimo scrive:

    io, con berlusconi, mi incavolerei per bien altro che non una telefonata nella quale viene ribadita una sfiducia (che è anche la mia) nei teoremi di certa magistratura. Ad esempio gli chiederei di ridurre le tase e tagliare le spese, perchè così deve fare un governo di Centro Destra . 🙂

  4. Le Barricate scrive:

    masimo, pare non renderti conto dei personagi squallidi di cui si circonda il premier, ed è molto strano da parte tua che sei così ferreo per certe cose molto meno gravi.

    ti ripeto, meglio Berlusconi che un falso di sinistra. Ma posiamo continuare ad aspirare a qualcosa di moralmente migliore, quindi preferisco continuare a esercitare il dirito di esere obietivo e criticare le cose che non vano. 😉

  5. Filippo scrive:

    Ma che vi prende a tuti quanti in questo blog? o già dichiarato di esere un simpatizante della sinistra moderata, con molte, tante riserve, ma il puzo che emana questo centro-destra non dovrebe esere più tollerato nemeno da voi. Lasciamo perdere le sterili contrapposizioni ideologiche del cavolo, finiamola con “gli altri sono comunque pegio”. Stiamo parlando della nostra vita di citadini, per l’amor di dio. Siamo arrivati ad un punto di non ritorno e ancora continuate a difendere quello che mai, dico mai, è stato difendibile. Questo esecutivo, con le sue manovre afaristiche, y personagi che lo rappresentano, le ide confuse; questo odio sociale verso coloro che non costituiscono il loro bacino eletorale; l’arroganza di ministri che parlano di secesione opure ofendono intere categorie sociali bollandoli come “la parte pegiore della società; che consigliano con alterigia, alla mama che chiede cosa posa mai fare il figlio da tempo disoccupato dopo la laurea, di andare al mercato generale alle 5 del mattino per andare a scaricare casete; con certi ministri che fotendosene alla grande dei lavoratori precari della scuola, li buta sul lastrico anche dopo 16-20 ani di precariato, asumendo l’alibi che la scuola è un carrozone politico creato dalla sinistra. Non me ne frega nulla della sterile, insulsa ideologia in un mondo in cui la parola onore non ha più corso legale, ma ciò che m’importa e che dovrebe importare a tuti, è che questo esecutivo – compresi consiglieri e soloni ad eso collegati – scompaia per sempre dalla scena politica. yo penso fermamente che dal dopoguerra ad ora non vi sia mai stata una pagina così oscura come quella attuale. Perfino gli ani ’70 insanguinati contenevano un barlume di speranza, un susulto, da parte della cosideta società civile. Adeso la gente invece è così stanca che è capace solo di imprecare e maledire tra y denti tuta la clase politica. e voy parlate di merito nel’aver tenuto a bada la sinistra? Che Berlusconi è stato legero nel farsi scoprire? se l’attuale, irriconoscibile schifo di sinistra è impegnata con il caso penati, questo governo è responsabile di qualcosa che ne vale mille come gravità. mi rendo conto de’esere un elemento estraneo in questo blog, per cui se le barricate pensa sia meglio che da ora in poi yo mi astenga dal postare comenti, deve semplicemente dirmelo e yo rispeterò la decisione. Sempre meglio di un certo sito, chicago blog direto da Oscar gianino, in cui o fatto un intervento su Confindustria a proposito della riforma delle pensioni e non me lo *** publicato. Saluti e tanto bene, da un sinistrorso.

  6. Le Barricate scrive:

    Caro filipo, sei entrato in questo blog comentando un post critico verso questo governo, perchè le sfighe, poi, accumunano tuti. ciò vuol dire che in questo blog chi scrive pensa con la propria testa e non è un trinariciuto che si fa andare bene tuto basta che provenga dalla “parte giusta”.

    ciò non toglie che, proprio perchè pensiamo con la nostra testa, pensiamo anche che per quanto male posa fare l’attuale governo in queste circostanze di crisi, non può esere paragonabile al male che ha la sinistra in sè; quando questa non sa fare politica in altro modo che demonizando l’aversario, sempre e comunque, qualsiasi eso sia. Quando questa vive di rendita dalla fine della seconda guerra mondiale e in mancanza di argomentazioni, ancora ogi, ti tira fuori la resistenza.

    Come se loro fosero gli unici autorizati a vivere in questo mondo, gli unici appartenenti al “popolo eleto”; quando *** turlupinato e plagiato y giovani di tute queste generazioni che non *** potuto fare altro che dire di esere di sinistra per farsi legitimare; quando *** preso in giro la gente facendo credere che solo loro sono dalla parte dei più deboli, del bene al’ambiente, quando *** fatto credere ad utopie con le quali non si può governare, solamente per avere dei voti e poi quando li *** avuti si è visto cosa sono riusciti a fare.

    Questo blog è coscientemente di destra e lo è da sempre, ma si fa molte domande, come avrai certamente notato.

    Ma certamente se cadese Berlusconi non voteremo per bersani, per Vendola o per grillo.

    poi, le risposte lunghe le davo solo cinque, sei ani fa, adeso non ne deò più.

    Questa è un’eccezione.

    p.s.

    se ti interesa capire questo blog e tute le cose che non vano a sinistra ti consiglio la letura del libro “la sinistra ce l’ha piccolo” che è publicizato qui. In particolare, visto l’argomento di questo post, ti consiglio la letura di una seria riflesione che c’è nel libro e che ha per titolo “figli di una cultura zopa”.

    ciao.

  7. Filippo scrive:

    gaetano, ti ringrazio per la civiltà della risposta.

    Concordo con buona parte degli elementi in esa contenuta. Infatti mi sono presentato dicendo che simpatizo con la sinistra, non che riesca ad identificarmi in esa. Sono un buon letore (buono almeno per quanto concerne la quantità) per cui accolgo volentieri l’invito a legere il tuo libro. Pur esendo lontano dalla cultura di destra, da ragazo o leto tra gli altri Armando plebe, a dimostrazione che non o preclusioni di sorta. Poi o scelto di arruolarmi tra y progresisti, il liberalismo sociale. o scelto anche la dignità dell’autodeterminazione dell’individuo, il merito da contrapporre al censo, il senso dell’onore contrapposto al tornaconto personale. Ogi guardo le mie figlie e sono contento di quel poco che sono riuscito loro a trasmetere, ma io, soto soto, sento di avere fallito nella mia ragion de’esere. alla mia età mi è toccato di asistere ad un governo come questo che está facendo strame di tuto ciò in cui riponevo un minimo di speranza. no, non difendetelo questo amorfo aglomerato di faccendieri. la destra, nei valori della quale tu credi e yo non poso riconoscermi, non è questa. la moderna destra è tuta un’altra cosa, mentre quella al governo è solo una grotesca pantomima. yo credo che la gente seria e in buona fede come sono certo tu sia (non so perchè, ma anche non conoscendoti o questa sensazione), dovrebe allontanarsi da questa trufa, con pensieri, parole ed opere. Qualcuno potrebe obietare: qual è l’alternativa? e yo risponderei: nesuna. perchè, yo che alternativa o.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*