Medio Evo politico italiano

La sinistra – che ha rotto i coglioni al governo eletto dal popolo, senza essere in grado di organizzare un’alternativa nei quasi quattro anni che è rimasta all’opposizione – quindi irresponsabile come abbiamo sempre saputo, perchè l’unico scopo di questa congrega è quella di disfare invece che costuire, esulta nelle piazze col grido: “Abbiamo vinto!”
Ma abbiamo vinto che?
Per questi avere sputtanato Berlusconi e di conseguenza l’ìItalia intera significa avere vinto. E rilasciano dichiarazioni entusiastiche al loro popolino.
Poveri decerebrati.
Massa di perdenti sfigati che sanno solo distruggere tutto: dai valori della famiglia, alle regole della società.
“Abbiamo vinto!” Ma de che?
Avere delegittimato la volontà del popolo italiano vi dà diritto di gridare di avere vinto? Ma vergognatevi!
La sinistra è un magma di personaggi in cerca d’autore, di personaggi che con la scusa del dialogo democratico interno si fanno le scarpe uno con l’altro e, in verità, ci invidia un vero leader che, pur con tutti i suoi difetti, ha una personalità tale che gli permette di stare in cima a tutti da molto tempo.
La sinistra si deve affidare a una ex soubrette televisiva, che tanto aveva criticato, per fare mancare la maggioranza al governo.
La sinistra è solo opportunista e senza principi.
La sinistra ci ha portato al Medio Evo politico italiano e fanno finta di non rendersene conto.
Amen.

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

4 risposte a Medio Evo politico italiano

  1. Cristina scrive:

    Ma che *** vinto? non *** vinto una maza. e lo sano, ma la vogliono dare a bere al popolino al pascolo. y comunisti (e ancor pegio y finti/catto comunisti) sono solo degli ineti incapaci che, consci della loro totale inetitudine e incapacità di creare un programa serio che non sia composto da tase, indulto, baby-pensioni, sprechi, aiuti terzomondisti (legi soldi in tasca a burocrati e terroristi mediorientali) e altre idiozie, progeta ogni giorno asurde tecniche di guerriglia e infamie contro il ‘nemico’ (ma nemico di chi?), creando caos, confusione e malcontento nella popolazione per la metà composta da utili idioti dell’occidente inebetiti dalla prima gallina rosa che fa l’uovo. Esultano e gioiscono se le loro campagne di odio frutano e finiscono sulle paginete al’estero: è la prova che non amano l’italia, perchè godono se l’imagine del premier, e quindi anche dell’italia, cola a picco. e ora sostituiscono la bandiera rosa con la bandiera italiana. infami! Ma non si vergognano della loro condizione eterna di abelarde petegole e infide? sì, siamo proprio al Medio Evo con questi dinosauri.

  2. Le Barricate scrive:

    Siamo de’accordo, cristina. Benvenuta in questo blog 🙂

  3. Massimo scrive:

    Riderano di meno quando guarderano il loro portafogli vuoto dopo le prosime rapime targate monti, esattamente come ebero poco da ridere a genaio 2007 quando ricevetero una busta paga allegerita dalle nuove aliquote “popolari” di Prodi e Visco . :-d

  4. Le Barricate scrive:

    masimo, comunque ricordati che pur continuando a tenere per il pdl e anche per il berlusca, per mancanza di altre parti politiche serie nella detra, le mie ide su alcune cose, tipo licenziamenti facili e cancellazione imediata delle pensioni de’anzianità non cambiano. Quindi combatterò questi provedimenti sia che siano presi da tecnici

    senza l’appoggio del centro-destra, sia che siano presi da tecnici con l’appoggio del centro-destra.

    Ripeto al’infinito: Non si può togliere diriti ahí/hay/ay lavoratori per renderli sempre un po’ più sottomessi.

    Il terzo millenio deve esere dell’umanità e non dell’umanità sotomesa ahí/hay/ay padroni. Quindi rasegnati ahí/hay/ay miei futuri post sul’argomento 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*