Chiunque tocchi ancora i lavoratori mi avrà contro!

Non è tanto una questione politica, quanto una questione sociale.
Sembra che come al solito i problemi si debbano risolvere con ulteriori sacrifici dei lavoratori.
In questo periodo non si fa altro che dire che i lavoratori sono la causa dei problemi del nostro Paese.
Tutti ormai, destra e sinistra, sostengono che si debbano eliminare le pensioni d’anzianità e alzare l’età della pensione di vecchiaia.
Lo abbiamo già detto: adeguare le pensioni alla maggiore aspettativa di vita è giusto, quando fatto gradualmente.
Il fatto è che questo adeguamento è già previsto dalle leggi attuali.
Per non parlare del fatto che il sistema pensionistico italiano sembrerebbe essere quello che dà meno problemi in Europa, quindi, semmai, sarebbe il caso che gli altri Paesi si adeguassero al nostro.
Ritoccare ancora l’età, sia per le pensioni d’anzianità che per quelle di vecchiaia, ai lavoratori che hanno iniziato a lavorare negli anni sessanta, che non hanno avuto la fortuna di poter lavorare sempre nello stesso posto, che hanno quindi avuto problemi di discontinuità nei versamenti dei contributi, che hanno lavorato in condizioni di minor sicurezza rispetto ai lavoratori di oggi, che ormai, dopo una vita di sacrifici e peripezie sono in vista del traguardo, è macelleria sociale.
I problemi della società non possono continuare a risolversi con le bastonate ai lavoratori. Lo scopo della società è quello di non regredire, e la società è composta per la maggior parte di semplici lavoratori.
Che paghino i responsabili!
Firmato: i Lavoratori.
Amen.

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

2 risposte a Chiunque tocchi ancora i lavoratori mi avrà contro!

  1. Massimo scrive:

    Amico mio, la nuova ministra del lavoro scrive regolarmente ne Il Sole 24 ore e il suo mantra sulle pensioni è:

    – done subito a 65 ani anche nel privato

    – inalzamento graduale

    – abolizione del retributivo

    – abolizione delle pensioni di anzianità.

    Rimpiangerano il Cavaliere e lo rirporterano a Palazo Chigi a furor di Popolo (quello vero).

  2. Le Barricate scrive:

    perfeto, masimo. mi avrano contro, per quello che gliene può fregare, ma non sono solo. Anche se le stese cose le avese fatte il governo precedente, lo sai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*