Mi manda Picone, cioè: Bersani!

Al nuovo presidente del consiglio è arrivato un pizzino, che lui ingenuamente ha tenuto tra le mani in parlamento mentre si accingeva a chiedere la fiducia.
Le telecamere, come sempre impietose, hanno ripreso il blglietto, l’hanno capovolto per poterlo leggere, l’hanno ingrandito e… Cosa si è scoperto?
Non ci crederete, ma si è scoperto che coloro che a parole si sciacquano la bocca contro il nepotismo, il clientelismo, contro le raccomandazioni e così via, sono i primi a raccomandarsi e farsi raccomandare.
Il biglietto è firmato da Enrico Letta, vice segretario del Pd o qualcosa del genere, che si offre per essere umilmente utile al presidente del consiglio Monti, di nascosto. Giustifica il pizzino, sempre nello scritto, dicendo che Bersani gli ha detto di offrire il suo appoggio…
Finisce la missiva con “Mi sembra di vivere un miracolo”.
Insomma, siamo al più classico degli italianismi: “Mi manda Picone!”
Il miracolo in effetti c’è stato, caro Enrico Letta, visto che tu e i tuoi, incapaci di govermare e di coalizzarvi, appoggiate un governo che non ha vinto nessuna elezione… e per questo, adesso fate anche i lecchini.
Ma non ho niente da rallegrarmi per questi altarini scoperti dalle telecamere, perchè anche la vostra controparte politica non è certo meglio di voi, nell’ambito delle raccomandazioni, visto chi hanno messo nei posti dei parlamentari.
Amen.

Il libro FILAMENTI E CAMPI di Gaetano Rizza si può acquistare sia presso il circuito Ibs e IBS (formato tascabile), che presso AMAZON (Prime).

Anche in formato eBook Kindle

2 risposte a Mi manda Picone, cioè: Bersani!

  1. Massimo scrive:

    e’ la dimostrazione che Berlusconi sbaglia nel sostenerle il governo rapina della Goldman sachs.

  2. Le Barricate scrive:

    Non so se è il governo Goldman sachs, non so quanto centri la dietrologia in questa vicenda. so solo che il Pdl non doveva appoggiarlo. Anche per questo il Pdl ha perso la mia fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*