Il mattino di Monti non ha l’oro in bocca

Chi non conosce il proverbio “Il mattino ha l’oro in bocca”?
Io l’ho sempre interpretato come un voler dire che il sole dell’alba fa splendere la nuova giornata colorandola d’oro. Ritenendo anche che si possa interpretare come un buon augurio nei confronti di chi si accinge a vivere una nuova giornata, che lo fa partire con l’oro in bocca e si spera quindi che riesca a portare a termine una giornata proficua.
Ma il mattino di Monti, al contrario del proverbio, non ha l’oro in bocca.
Il mattino del governo Monti – sorto per sospendere la democrazia – che, pare, non essere in grado di proseguire da sola, ha l’ombra della notte in bocca, oltre ai denti canini pronti ad affondare sul collo dei cittadini.
Sì, qualcosa deve essere fatto, certo, per questo nostro Paese. Per cercare di rimediare alla bell’e meglio ai danni causati dalla classe dirigente. Ma il compito che si è assunto colui che si è fatto nominare senatore (ultimo dei senatori che percepirà il vitalizio alle condizioni di prima… mica scemo, nè?), il compito del macellaio… è un po’ come il compito del boia che si offre per tagliare teste, se lo farà, come parrebbe dalle indiscrezioni, con tasse varie ai ricchi e ai meno ricchi, e in più, dando ancora più addosso, se mai fosse ancora possibile, ai lavoratori.
No! Mi dispiace, non ho mai parteggiato per chi ha scelto di fare il mestiere del boia.
Non ho mai apprezzato, pure, il comportamento di Ponzio Pilato, che ha lasciato il suo condannato in mano al boia, lavandosene le mani, credendo, in questo modo, di avercele pulite.
 
IL CRONISTA

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

5 risposte a Il mattino di Monti non ha l’oro in bocca

  1. Massimo scrive:

    se Monti punterà al consenso, non risolverà y nostri problemi e sarano gli altri a farlo per noi.

    se punterà a risolvere y problemi non mangerà la colomba . 😉

  2. IL CRONISTA scrive:

    Il consenso potrebe trovarlo se trovase y soldi in un altro modo e non sempre con le tase a ricchi e meno ricchi e con l’ulteriore impoverimento della clase meno abiente. così potrebe mangiare le colombe pasquali per svariati ani 😉

  3. Josh scrive:

    penoso anche Napolitano ogi col dire “italiani dai facciamo vedere chi siamo” rivolto ahí/hay/ay citadini,

    come se fosimo stati noi, persone comuni, a ridurre l’italia in questo stato, e che non ci fose, dietro agli ultimi fatti, la selvagia speculazione bancaria internazionale coi suoi loschi piani da bisca.

    Da delirio.

  4. Josh scrive:

    un altro dei significati del proverbio sarebe quello che se si vuole concretizare, lavoro, creatività, costruzione, e anche denaro, bisogna metercisi di buon mattino, presto.

    p.s. Comunque “il mattino ha l’oro in bocca” lo scriveva serialmente anche Jack Nicholson impazito in “shining” di kubrick:-)

    Monti qui, lo vedo coi canini, più dracula/nosferatu. Scegli tu la versione cinematografica, da Murnau a erzog, sempre quello è.

  5. IL CRONISTA scrive:

    infatti, josh, a chi dobiamo fare vedere chi siamo? a Sarkoleone e alla ******?

    Per quanto riguarda il proverbio credo che il significato più giusto sia quello che hay citato tu, che riasume il conceto di quelli che o citato yo 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*