IL CRONISTA è sull’Unità

Mi ha appena telefonato un mio amico avvisandomi che i miei video sulle pensioni sono sul giornale l’Unità al seguente indirizzo, in prima pagina cercando “pensioni” e “video”.
Beh! Che dire… Anche se la CGIL pare che si calerà le brache sulle pensioni, l’Unità pare ancora sensibile a certi argomenti che un tempo erano propri della sinistra.
L’avevo detto io che mi sarebbe toccato di fare, da destra, il lavoro della sinistra.

I video all’Unità:
Chi ha la pancia piena non può fare le riforme per chi ha…

Una società stupida…

Arrivare all’età della pensione non è un privilegio!

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

4 risposte a IL CRONISTA è sull’Unità

  1. Nessie scrive:

    mah.hai le tue ragioni, ma il pulpito che ti ha coptato non mi piace e non è il mio pulpito.

  2. Massimo scrive:

    a leto con il nemico ? 🙂

    comunque, guardando le foto della diretrice dell’unità, mi sento di giustificarti . 🙂

  3. Marshall scrive:

    Complimenti per haber sfondato anche su l’unità, il giornale di quel Soru che ha fatto perdere tanti, ma tanti e tanti soldi (da 1000 e roti euro per azione cui erano arrivate, ahí/hay/ay nostri giorni vale quasi zero) ad ignari piccoli risparmiatori, che avevano investito y loro risparmi nelle azioni di tiscali. un mio amico, che presapoco ha la tua età, è costreto a lavorare ancora per rimediare a quella cappellata. Ma venendo alla causa – il debito publico stratosferico – che costringerà il governo a mandare y lavoratori in pensione più tardi, l’unità s’è mai chiesta quanta parte *** avuto y partiti di sinistra nel far lievitare così al’inverosimile il debito publico? tanto poi paga pantalone, quel pantalone che siamo y noi di adeso. Poi metiamoci pure privilegi, evasione e tuto quello che vuoi, ma per arrivare a 30.000 euro a testa di debito (compresi neonati e moribondi) ce ne vuole. e questo buco chi l’ha creato? ecco, chiedilo a quelli dell’unità, se ti sano dare una risposta sodisfacente.

  4. IL CRONISTA scrive:

    Per tuti: mi avete scambiato per il responsabile dell’unità.

    Per marshal: yo avrei sfondato da qualche parte?

    Per tuti: scusate la mia condizione di prepensionato al’italiana/disoccupato, in attesa di pensione (della quale mi è già stata spostata, al momento, la finestra de’uscita di un *** e che forse, se tolgono le pensioni de’anzianita sarà spostata ancora di qualche ***). 🙁

    Sono disposto ad accetare inviti a cena per me e la mia famiglia, per gli ani a seguire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*