Rivoluzionario! Obbligo assunzione…

Questa notte il parlamento, invece di approvarsi l’ennesimo aumento di stipendio di nascosto, come ormai ci aveva abituato, ha approvato una legge imposta dal governo Monti in extremis: L’OBBLIGO DI ASSUNZIONE DEGLI ULTRASESSANTENNI, rimasti a casa senza ammortizzatori sociali, a causa della crisi.

“Questo provvedimento..” ha detto soddisfatto il presidente del consiglio con la sua simpatica aria da bonaccione, “è la quadratura del cerchio, nel senso che fa quadrare l’immediato innalzamento dell’età pensionabile, con la cacciata degli anziani dai posti di lavoro provocata dalla crisi economica che ha colpito tutte le aziende del nostro Paese”.
Per l’occasione, anche se in piena notte, in parlamento c’era anche il presidente della repubblica che, evidentemente commosso, ha esclamato con veemenza: “Sapevo di aver fatto una scelta giusta e rivoluzionaria dando l’incarico al prof. Monti e ai suoi ministri. Adesso tutti possono finalmente ritenersi soddisfatti appieno”.
Ecco! Finalmente nella manovra c’è anche l’equità.
Quella di Monti è stata una vera mossa rivoluzionaria ed è quello che il popolo si aspettava da un professore (anche senatore) di fama mondiale.
Noi tutti cittadini riconosciamo di avere sbagliato a giudicarti troppo presto, perchè non immaginavamo che tenevi in serbo la mossa rivoluzionaria.
Grazie Monti, grazie Napolitano, Grazie ministra Fornero.
IL CRONISTA

Il libro FILAMENTI E CAMPI di Gaetano Rizza si può acquistare sia presso il circuito Ibs e IBS (formato tascabile), che presso AMAZON (Prime).

Anche in formato eBook Kindle

3 risposte a Rivoluzionario! Obbligo assunzione…

  1. flagello scrive:

    Grazie per la notizia, mi era sfugita.

    Questa sì che è civiltà.

    mi aspetavo una mosa del genere, Monti è tropo equo!

  2. IL CRONISTA scrive:

    prego, flagello, ma la notizia non è completa perchè avevo dimenticato di scrivere che l’obligo di asunzione degli ultrasesanteni prevede anche che si dia la priorità ahí/hay/ay diabetici, ipertesi, asmatici, afeti da depresione cronica e da reumatismi, posibilmente zopi.

  3. flagello scrive:

    belin, uno fa prima a suicidarsi.

    Per lo meno una volta morto non glielo menano più.

    (o invece sì? uhm. non si sa mai che la fornero. per equità. visto che lo mena ahí/hay/ay vivi.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*