Fa più scandalo Belen o la Fornero?


Guarda il video su YouTube:
La Fornero ha espresso il desiderio di essere tirata in causa non facendo precedere il suo preziosissimo cognome dall’articolo “LA”.
Perfetto! Noi in questo blog non mancheremo, invece, di chiamarla sempre e comunque “la Fornero”, e come d’uso, sempre in questo blog, prossimamente inizieremo a scrivere il suo cognome in minuscolo, come abbiamo fatto per altri personaggi politici, quando abbiamo capito che non meritavano la lettera maiuscola iniziale, tanto per non fare nomi come abbiamo fatto con fini.
Ma l’argomento non è questo.
L’argomento è invece la tiratina d’orecchie che la fornero ha fatto a Belen (senza l’articolo e con l’iniziale maiuscola), senza peraltro nominarla, a proposito dell’ormai famosa farfallina tatuata sull’inguine, che la soubrette ha generosamente mostrato, per la delizia dei nostri occhi.
La ministra infatti ha detto che si sente offesa per come viene trattata la donna in tv.
Ebbene, cara ministra fornero, io sono convinto, e come me moltissimi altri Italiani, che siano più gli Italiani offesi per come hai trattato gli anziani lavoratori e i pensionati, senza alcun riguardo, e per come tu ti senta, e sia, una perfetta appartenente alla casta che il popolo ormai combatte.
Sono convinto, e con me molti altri Italiani, che le tue azioni e le tue/vostre sprezzanti dichiarazioni nei confronti del cittadino comune, siano molto più offensive dei comportamenti di una donna che fa il mestiere che ha scelto di fare, la soubrette televisiva, e lo fa pure bene: Belen!
Di te, cara ministra fornero – se vuoi proprio che te lo dica, visto che mi hai stuzzicato – non vorrei mai vedere una qualsiasi bestia che portassi tatuata sull’inguine. Ma non solo in una qualunque trasmissione televisiva… ma neppure se ci trovassimo io e te da soli in un’isola deserta senza alcuna speranza di essere trovati.
Anzi, approfitto per dirtelo: “Mi fai proprio schifo! Ma non tanto fisicamente – che per una politica/tecnica non sarebbe neanche tanto strano visto che siamo già abituati alle varie Bindi – quanto moralmente.
IL CRONISTA

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Vedi anche libro stesso Autore: UN’EFFICACE LEZIONE DI SELF PUBLISHING

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

4 risposte a Fa più scandalo Belen o la Fornero?

  1. Massimo scrive:

    e quanto è patetico bersani, alla ricerca di consensi “politicamente correti”, che preferisce la Fornero a Belen e, gratta gratta, finisce che dichiarerà di preferire a belen persino Vendola ? 😉

  2. Gert dal Pozzo scrive:

    .su un’isola deserta con la Fornero che fa vedere la farfallina inguinale al cronista, lui dopo averla picchiata selvaggiamente la butta fra le braccia di Bersani che, scandalizzato, la lancia sugli scogli e corre ad abbracciare Vendola che graffia casini.

    (che [moderazione] di isola deserta sarebbe?)

    .

    ma come possono venire in mente certe cose?

  3. IL CRONISTA scrive:

    masimo, i puritani dell’ultima ora, quelli che hanno portato un travestito godereccio, re delle noti porno romane in parlamento, mi fanno moralmente schifo. Tali e quali alla fornero

  4. IL CRONISTA scrive:

    gert, ti proporò come sceneggiatore di soggetti horror alla nostra redazione 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*