Fornero: ‘Stipendi bassi? Che lavorino di più!’


Guarda il video su YouTube:
Un recente studio dell’Eurostat conferma, ma lo sapevamo già e lo avevamo scritto più volte, che l’Italia è la nazione europea dove i lavoratori sono i meno pagati che nel resto delle nazioni. Io so che addirittura i lavoratori italiani sono i meno pagati del mondo, se si escludono alcune poche altre misere realtà alle quali spiace paragonare l’Italia.
Comunque, per restare in Europa, siamo dietro anche alla Grecia, alla Spagna e a Cipro, tanto per dire.
Ma siccome la ministra del lavoro, la fornero, non si lascia mai cogliere in fallo, ha subito esclamato:”Salari bassi e un costo del lavoro comparativamente elevato. Bisogna scardinare questa situazione, soprattutto aumentando la produttività”. Che tradotto dal tecno/politichese significa: “Vogliono avere gli stipendi uguali a quelli dei Tedeschi (che detto per inciso guadagnano il doppio)? Allora che lavorino di più!”.
Hai capito? La fornero?
Hai capito, la Marcegaglia? Hai capito, Marchionne?
Quindi i lavoratori e i pensionati italiani, non solo siamo cornuti (vedi i recenti provvedimenti del governo), ma anche mazziati.
Proprio come nella migliore tradizione italiana nel rapporto tra caste di parassiti e lavoratori.
IL CRONISTA

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

6 risposte a Fornero: ‘Stipendi bassi? Che lavorino di più!’

  1. Gert dal Pozzo scrive:

    La nostra casta dirigenziale è riconosciuta come la più corrotta, incapace, inutile e cialtronesca al mondo, però nel mondo è quella che guadagna di più: ha infatti un’altissima produttività. Di cazzate.

    E la Fornero dimostra ogni volta che apre bocca di essere una persona veramente odiosa. (Non che sia peggio di chi la sostiene…)

    Povera Italia, in che mani è finita.

  2. Gert dal Pozzo scrive:

    Una cosa che mi fa veramente schifo in questo periodo è l’ostentazione dell’estrazione cattolica da parte di chi ce lo mette nel c+++ quotidianamente.
    Non lo so, non sono mai stato un mangiapreti, ma in qusto periodo ci faccio caso e certe manifestazioni non le sopporto.
    Nella mia concezione Dio avrebbe fulminato questa gente, mentre loro lo utilizzano come segno distintivo di comportamenti contrari non solo alla dignità, ma anche all’intelligenza umana.

    Povero Gesù, in che mani è finito.

  3. Gert dal Pozzo scrive:

    p.s.: l’IMU sugli immobili della chiesa è stata adottata solo per evitare pesanti sanzioni da parte dell’Europa, non perchè considerata giusta da queste m+++. E in ogni caso avrebbe dovuto essere inserita nel “salva Italia” e sarebbe dovuta partire dal 2012 e non dal 2013.

    I sacrifici dei pensionati “subito”, togliere una parte dei privilegi alla Chiesa “più tardi possibile, e solo per evitare multe”.

    Ma dai, pensano di conquistarsi il Paradiso o la benevolenza dei vescovi e di quei poveri citrulli che ne seguono le indicazioni di voto?

  4. IL CRONISTA scrive:

    Gert dal Pozzo, non c’è bisogno che ti dica che sono assolutamente d’accordo con te, e anch’io non sono mai stato un mangiapreti.

  5. Gert dal Pozzo scrive:

    …non c’è bisogno che ti dica che sono assolutamente d’accordo con te,…

    Sì che c’è bisogno, la cosa mi consola. Sai, un conto è avere la sensazione di prenderlo in c+++ in nome dell’avidità umana, un’altro conto è prenderlo in c+++ in nome di Dio, e questo mi fa più schifo. Non so, mi sembra di subire una crociata: queste m++++ arrivano e ammazzano gli infedeli… noi!
    Se siamo in tanti ad avere quest’impressione mi fa sperare. In che cosa non lo so ancora… (forse che non sono l’unico impazzito?)

  6. IL CRONISTA scrive:

    Consolati pure… Non sei l’unico a essere impazzito. Sai benissimo che sto facendo una campagna per la dignità del comune cittadino, contro i parassiti papponi delle caste che pensano di essere al centro del mondo. Non considerando che la società esiste perchè esistiamo noi, e senza di lor signori parassiti che dettano le regole e le remunerazioni nostre e loro, si vivrebbe senza dubbio meglio.
    Magari senza le due o tre auto per famiglia che ci hanno indotto a possedere, o senza i due tre televisori, o senza i quattro o cinque telefonini, e magari vivendo della nostra produzione artigianale o contadina di cui siamo stati maestri nel mondo, ma con l’enorme dignità dovuta, sempre, all’essere umano e comune cittadino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*