il Tg3 esulta quando canta Obama


Guarda il video su YouTube:
Oggi un piccolo post di disimpegno.
Infatti parliamo della serata spettacolare che Obama ha voluto per annunciare la sua ricandidatura alla Casa Bianca. C’erano i divi della musica internazionale. Beh, un presidente degli Stati Uniti se la può permettere una serata così… Si può certo permettere di invitare Mike Jagger e i più grandi artisti del mondo.
Il presidente degli Stati Uniti si può anche permettere di mettersi al microfono e cantare, e devo dire, cantare anche bene, senza quasi sfigurare rispetto ai più grandi nomi.
Serata divertente, davvero. E’ piacevole vedere un personaggio così importante, che si dedica all’attività del canto mentre i suoi militari muoiono nelle guerre che lui, come tutti i suoi precedenti colleghi alla presidenza degli Usa, ha voluto.
I nostri Tg infatti hanno tutti apprezzato molto la performance. In particolare il Tg3, che si è sperticato nei complimenti della voce del presidente e ha mandato il servizio più e più volte.
Peccato, che quando queste cose le fa il nostro ex presidente del consiglio, il Tg3 stesso le considera qualcosa di ridicolo e di inopportuno, e ci mangia per mesi con le critiche e le cattiverie che fa nei suoi confronti. Tanto da aver contribuito non poco ad averlo messo in ridicolo agli occhi del mondo intero, insieme alle mille altre cose che lui stesso fa, per carità, per mettercisi da solo.
Mah, sarà che la musica che fanno negli Usa è comunque migliore delle canzonette napoletane di cui è appassionato il Berlusca?
Può essere, ma la musica italiana è questa.
IL CRONISTA

Il libro FILAMENTI E CAMPI di Gaetano Rizza si può acquistare sia presso il circuito Ibs e IBS (formato tascabile), che presso AMAZON (Prime).

Anche in formato eBook Kindle

Una risposta a il Tg3 esulta quando canta Obama

  1. Massimo scrive:

    Se canta Berlusconi è un giullare, se lo fa l’ “abbronzato” è un grande leader che si concede una pausa … puah !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*