L’irresponsabile leggerezza di Monti & C


YouTube:
Ieri sera ci siamo persi la Parte iniziale della trasmissione Reporter della Gabannelli della quale avevamo preannunciato l’incipit dell’intervista alla Fornero, nella quale afferma che il loro governo è stato chiamato per fare delle Cose difficili e non per distribuire caramelle, altrimenti alla distribuzione di caramelle ci avrebbero potuto pensare i soliti politici (sottinteso: politici incapaci). Ma avevamo già espresso il nostro disprezzo per quella frase del cazzo in questo articolo, mentre il disprezzo nei confronti dell’autrice della frase non manchiamo di esprimerlo più o meno in ogni articolo che scriviamo.
IL disprezzo naturalmente è esteso, ci mancherebbe altro, al suo capo, perchè non si vergognano di vessare il popolo con insopportabile e irresponsabile leggerezza.
Un’irresponsabile leggerezza nel prendere provvedimenti negativi che, peraltro, sono irreversibili, perchè nessun eventuale prossimo governo potrà mai rimediare agli obbrobri commessi da questi due.
Ve lo immaginate un eventuale prossimo governo della Lega o di Sel? Potrebbero mai riparare al danno fatto ai pensionati e ai pensionandi? Dove mai potrebbero prendere i soldi per restituire il maltolto ai cittadini in questo anno di democrazia alla Gheddafi? Dove mai potrebbero prendere i soldi delle pensioni che non sono state percepite perchè rinviate di anni?
Purtroppo l’azione di questo governo demente porterà un saldo negativo, al di là della loro soddisfazione incosciente personale per aver adorato lo Spread come un dio, sacrificando per questo l’agnello rappresentato dal popolo.
Un saldo negativo perchè l’umanità è composta all’incirca dal 99% di cittadini comuni, che alla fine sono i soli destinatari dei loro provvedimenti iniqui.
Ma è mai possibile che questi signori non si rendano conto di quello che fanno, o se se ne rendono conto, possano essere convinti di operare per il bene dell’umanità?
Ma da quale orrida scuola di becero materialismo sono venuti fuori? Ma quali sono stati i loro maestri?
Ma chi gliel’ha insegnato che per fare quadrare i conti ai ricchi si deve togliere ai poveri?
Forse sono andati a lezione da Saddam, Gheddafi, e quando li hanno tolti di mezzo impiccandoli o sparandogli non si rendevano conto che erano tali e quali a loro, ma solo nascosti da abiti occidentali e dalla religione di Cristo, che tutto avrebbe voluto, ma non quello che avete fatto e che state facendo?
In genere quando ci si trova davanti a gente irresponsabile di tale portata ci si chiede: “Ma ci siete o ci fate?”.
Con voi questa domanda sarebbe completamente inutile, perchè è talmente evidente che non ci fate, ma che siete realmente stupidi completamente.
E il dovere del cittadino comune contro la dittatura stupida come la vostra è quella di rovescialrla.
Costi quel che costi!
IL CRONISTA

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

7 risposte a L’irresponsabile leggerezza di Monti & C

  1. Gert dal Pozzo scrive:

    Primo: hai ragione.
    Secondo: che si fa?
    Terzo: per quanto auspicabile, penso sia inutile dire “inseguiamoli coi forconi”, che tanto in Italia siamo troppo abituati a prenderlo in c+++.
    Quarto: sinceramente, non credo che SEL sia la risposta giusta, ma sono pronto a cambiare parere.
    Quinto: la Lega mi ha deluso (oltre al fatto che la maggior parte dei personaggi sono eccessivamente beceri), hai suggerimenti? Qualunque cosa, se si presentasse Nerone io lo voterei.

  2. IL CRONISTA scrive:

    Hai ragione anche tu. Ma la lotta ti ricordo che ormai è: il popolo dei lavoratori contro i parassiti che arraffano milioni sulle spalle dei lavoratori. Quindi va benissimo la Lega, per quanto becera, va bene anche la Sel… non mi faccio più problemi di questo tipo. L’importante è sconfiggere quelli che fanno finta di stare con noi e poi ci svendono a qualche boia di stato. Poi faremo la lotta anche alla Lega e alla Sel, non c’è problema 😉

  3. Gert dal Pozzo scrive:

    Allora tanto vale puntare subito sul M5S.
    Primo: non hanno mai rubato (non sono mai stati al potere), e prima che imparino a rubare anche loro passa un pò di tempo e noi abbiamo tregua.
    Secondo: saranno controllati e guardati a vista dagli altri partiti, perciò per loro sarà più difficile rubare.
    Terzo: non si sa mai, magari sono onesti… vabbè questo punto cancellalo.

  4. IL CRONISTA scrive:

    Abbiamo dimenticato Idv, quelli sanno come recuperare soldi, magari facendoseli prestare dai loro indagati

  5. IL CRONISTA scrive:

    Ma veramente io finivo l’art. sperando in qualcosa d’altro che non siano le elezioni…

  6. Gert dal Pozzo scrive:

    “Ma veramente io finivo l’art. sperando in qualcosa d’altro che non siano le elezioni…”

    …il solito ottimismo dei giovani…

    Ciao a domani, sogna pure.

  7. titti scrive:

    Buongiorno,alla luce di tutto quanto sta succedendo, credetemi, sto vivendo un incubo. Ci credo che questi farabutti lavorano anche alla festa, perchè sprecare un giorno che potrebbe portare altre nuove “idee”?
    Stavo considerando che, prima, mesi luce fa, avevamo un governo, eletto (nel bene o nel male ma eletto)e avevamo una mezza parvenza di libertà. Ora, mi sento di vivere con un fucile puntato alla schiena, pronto a sparare. Ormai di libertà neanche più la parvenza, anzi, questa banda di massoni ce lo viene anche a dire apertamente e spudoratamente che la nostra libertà ce la possiamo scordare. Questo androide, con la faccia stereotipata, l’espressione da ebete o da imbecille (indecifrabile)non si fa scrupolo di dircelo apertamente, che ci stanno fottendo alla grande, e così fa anche la sua clone frignante.
    Io leggo molti blog, tanti commenti, sento che tutti sono stufi, siamo stufi, ma perchè non c’è nessuno che fa nulla? possibile che solo in Islanda e in Ecuador hanno avuto il coraggio di ribellarsi? e una persona così esiste o è fantascenza? forse sono i libri di Orwell e Huxley che mi condizionano….
    Buona giornata
    titti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*