Caro Monti, adesso ti spiego la vita reale…


Ascolta su YouTube:
Nei giorni scorsi mi è arrivato un avviso da parte dell’agenzia di pratiche auto che mi svolge tutte le pratiche di cui necessito: devo rinnovare la patente.
Ho telefonato alla titolare che conosco bene per via del lavoro che facevo e nel prendere appuntamento per la visita medica mi è venuto da chiederle: “Senta, visto che come lei sa sono un prepensionato alla napoletana – cioè di quelli fatti fuori dal lavoro perchè anziani e costosi, a cui Berlusconi (mentre dava qualche centinaio di migliaia di euro ai vari Lele Mora o a qualche troietta che gli faceva un servizietto), nel luglio 2010, con un gesto dittatoriale ha anche spostato la finestra per potere percepire la pensione di un anno, facendomi rimanere quindi senza stipendio e senza pensione di punto in bianco fino al Marzo 2013 – visto che il governo Monti-Fornero toglie anche la pensione d’anzianità e innalza l’età per percepirla, cosa ne dice se volessi prendermi una patente D? Non si sa mai nella vita…
– “Ma Sig. xxxxx, Ma lei quanti anni ha?”
– “Sessantuno…”
– Ma Sig. xxxxx, la patente D non si può prendere oltre i sessant’anni d’età.. e poi mi scusi, ma si metterebbe in mezzo alla strada col traffico che c’è oggi? Ma lei è pazzo!
– Cara signora, a parte il fatto che Monti dice che sono giovane (nonostante tutti i miei problemi di salute, tipici della mia età), pazzo, è vero, lo sono un po’ sempre stato, ma in mezzo alla strada mi ci hanno messo Berlusconi, Monti e Fornero…

Ma l’associazione a delinquere al governo, con tutti i suoi sostenitori, non la capisce mica, che non si può sciuscià e sciurbì, nel senso, non puoi pretendere che si lavori per più anni e nello stesso tempo avere la possibilità di licenziare più facilmente, soprattutto gli anziani naturalmente.
Perchè la gente rimane nella merda.
Scusate l’eufemismo.
IL CRONISTA

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

2 risposte a Caro Monti, adesso ti spiego la vita reale…

  1. Gert dal Pozzo scrive:

    Ieri ho visto Porta a Porta.
    C’era una p++++++++ napoletana del PDL e una s+++++++++++ emiliana del PD (oltre a Salvini e a un altro che non ricordo).
    Ad un certo punto è venuto fuori, e tutti erano d’accordo, che per diminuire le tasse bisogna recuperare altri 50 miliardi, perciò è giusto fare nuovi sacrifici.
    Nessuno, ma proprio nessuno, ha detto che la corruzione degli amministratori pubblici in Italia è di 60 miliardi l’anno. La più alta del mondo; si riempono la bocca dicendo che siamo dietro la Grecia, ma non dicono che è solo in percentuale che siamo secondi, in termini assoluti siamo primi come Adorni in fuga solitaria.
    Altro che sacrifici… che Dio li strangoli tutti, compreso quella m++++ del conduttore che si lamentava (lui si lamentava…).

  2. IL CRONISTA scrive:

    Caro Gert, purtroppo sia il governo che i salotti televisivi sono tutti frequentati da gente che è riuscita in un modo o nell’altro a vivere troppo bene sulle spalle del cittadino medio. Non sono i più titolati ad interessarsi del bene comune e dei lavoratori e dei pensionati da mille euro al mese…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*