Crisi è spartiacque per sapere chi sta con chi…

Crisi è spartiacque per sapere chi sta con chi... A fronte di queste evidenze, Berlusconi e Alfano che hanno autorizzato lo scempio contro  pensionati e contro i lavoratori, spero che ne escano completamente distrutti alle prossime elezioni politiche.
Share: Condividi
Condividi


La crisi sta facendo da spartiacque per sapere chi sta con chi.
Io ho capito che molti pidieliini di vecchio corso (an, forza italia) e di nuovo corso, pur facendo finta di scandalizzarsi (e non sempre) dei provvedimenti contro i lavoratori e i pensionati stanno coi politici, o meglio, non si scandalizzano delle ruberie dei politici e delle caste. Vedi Margherita che è solo un piccolo esempio di quello che succede con i nostri sudati euro; vedi stipendi milionari di alcuni funzionari e comunque anche dei ministri attalmente in carica, vedi aziende municipalizzate che sono macchine mangiasoldi per amici e parenti, tutte alle nostre spalle.
A fronte di queste evidenze, Berlusconi e Alfano che hanno autorizzato lo scempio contro pensionati e contro i lavoratori, spero che ne escano completamente distrutti alle prossime elezioni politiche.
Il fattore morale che ci mettono davanti quando vogliono essere eletti non è altro che un richiamo per le allodole. Io, pur con tutti i miei principi, ne faccio a meno e me lo tengo per tempi in cui i cittadini potranno vivere oltre che di pane, anche di lotte che non hanno a che vedere con la fame.
Adesso non è il tempo.
E questo lo dice uno dei tantissimi (direi tutti i cittadini medi) che è rimasto fregato da Berlusconi e dai suoi amici attuali, dopo vent’anni di assoluto sostegno al di là dell’indifendibile.
E non capisco come cittadini medi, possano ancora sperare in un ritorno di chi sta appoggiando il massacro della classe media e operaia.
IL CRONISTA

Share: Condividi
Condividi
IL CRONISTA

About IL CRONISTA