Crisi è spartiacque per sapere chi sta con chi…


La crisi sta facendo da spartiacque per sapere chi sta con chi.
Io ho capito che molti pidieliini di vecchio corso (an, forza italia) e di nuovo corso, pur facendo finta di scandalizzarsi (e non sempre) dei provvedimenti contro i lavoratori e i pensionati stanno coi politici, o meglio, non si scandalizzano delle ruberie dei politici e delle caste. Vedi Margherita che è solo un piccolo esempio di quello che succede con i nostri sudati euro; vedi stipendi milionari di alcuni funzionari e comunque anche dei ministri attalmente in carica, vedi aziende municipalizzate che sono macchine mangiasoldi per amici e parenti, tutte alle nostre spalle.
A fronte di queste evidenze, Berlusconi e Alfano che hanno autorizzato lo scempio contro pensionati e contro i lavoratori, spero che ne escano completamente distrutti alle prossime elezioni politiche.
Il fattore morale che ci mettono davanti quando vogliono essere eletti non è altro che un richiamo per le allodole. Io, pur con tutti i miei principi, ne faccio a meno e me lo tengo per tempi in cui i cittadini potranno vivere oltre che di pane, anche di lotte che non hanno a che vedere con la fame.
Adesso non è il tempo.
E questo lo dice uno dei tantissimi (direi tutti i cittadini medi) che è rimasto fregato da Berlusconi e dai suoi amici attuali, dopo vent’anni di assoluto sostegno al di là dell’indifendibile.
E non capisco come cittadini medi, possano ancora sperare in un ritorno di chi sta appoggiando il massacro della classe media e operaia.
IL CRONISTA

Il libro FILAMENTI E CAMPI di Gaetano Rizza si può acquistare sia presso il circuito Ibs e IBS (formato tascabile), che presso AMAZON (Prime).

Anche in formato eBook Kindle

3 risposte a Crisi è spartiacque per sapere chi sta con chi…

  1. libertyfighter scrive:

    E’ sufficiente che non ci siano alternative. Se alle prossime elezioni le alternative saranno:

    1 PD
    2 Berlusconi
    3 SEL
    4 TERZO POLO
    5 LEGA

    noterai che se non vuoi votare chi appoggia questo governo, ti tocca votare o i comunisti duri e puri o la lega. Con zero possibilità di vittoria per ciascuno di essi (ma prevedo ottimi risultati per la Lega). Quindi, nonostante tutto potrebbe ugualmente Berlusconi. Con una astensione di massa che passerà in secondo piano. Anche perché pure il PD appoggia la macelleria sociale di cui sopra no? E loro sono pure di sinistra.

  2. IL CRONISTA scrive:

    Chiaro che il Pd e Casini stanno appoggiando la macelleria sociale, non c’è dubbio. Alternative? Lega, Sel, Idv, Ferrero in un unico blocco che si occupi solo di risistemare le giuste proporzioni tra cittadini e parassiti castaioli. Poi dei valori e dei principi morali di ciascuno se ne parlerà a cose sistemate.

  3. Massimo scrive:

    La tua ipotesi, Gaetano, non esiste. Pensa solo al discorso immigrazione, omosessuali, aborto, fine vita, federalismo … La Lega sarà, fortunatamente !, sulla barricata opposta a quella di Sel, Rifcom e Idv. Come lo era l’Msi nei confronti del pci. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*