Vero governo di responsabilità nazionale


Lega, Idv, Sel, Ferrero, Landini al governo per risistemare le giuste proporzioni tra cittadini comuni e parassiti castaioli. Anche utilizzando mezzi da Rivoluzione Francese.
Poi, sistemate le cose, si potra tornare a lottare ognuno per i propri valori con nuovi partiti che non si siano sporcati le mani con il governo Monti/Fornero, ma questa volta non ci saranno più parassiti milionari e poveri esodati dimenticati da Dio e dalla Ministra delle lacrime.
Datemi retta, questa è la soluzione EQUA!
IL CRONISTA

4 commenti to Vero governo di responsabilità nazionale

Massimo
30 marzo 2012

Ripeto anche qui. Impossibile. Sarebbe un governo senza gambe. Come la mettiamo con le posizioni su immigrazione, omosessuali, federalismo, aborto, fine vita, droga etc. ? L’unica alternativa plausibile, “la politica è l’arte del possibile”, è un recupero dello spirito del 1994 nel Pdl, alleato con la Lega. Tutto il resto è peggio. Anzi, è IL peggio.

IL CRONISTA IL CRONISTA
30 marzo 2012

Caro Massimo, per me il peggio è chi si è sporcato le mani con questo governo. :)
Ripeto, dei valori se ne parla dopo la risistemazione, ma non chi sta partecipando al massacro.

Giuseppe
31 marzo 2012

Sicuro che non ce la si possa fare senza Lega?
C’è poi il problema di capire se, con tutta la stima per Vendola e Di Pietro e Ferrero e, perché no, anche Verdi e Grillo, tali soggetti abbiano la forza politica di “tornare indietro” sui provvedimenti adottati dal Governo Monti: perché il problema è questo: abrogare tutte le leggi in materia di pensioni già emanate – vedi sette anni in più di lavoro per pecepirla, tre anni per avere la liquidazione che è salario differito, stipendio statali e pensioni bloccate quando c’è inflazione, pensioni letteralmente dimezzate con il proporzionale che sostituisce il retributivo – come se in altri Paesi lo Stato non partecipasse allo stato sociale – , IMU che, di fatto, è divenuto un mutuo sul mutuo… Però io il mutuo lo stipulo se penso di essere in grado di pagarlo, l’IMU mi cade tra capo e collo.
Tutto questo è altamente ingiusto e, un nuovo Governo, dovrebbe abolirlo. Io, però, in tutta la storia della Repubblica, non ricordo mai che, una volta emanata una legge, per iniqua che sia, il Governo successivo l’abbia eliminata: a parte il Governo B per farsi le leggi ad personam.
Certo sarebbe necessario per evitare la fine dei cittadini ma non so se qualsiasi politico lo farebbe; certo, è l’unica speranza. Altrimenti, nel tanto paventato baratro – ammesso che ci sia mai stato veramente – noi cittadini già ci siamo.
Allora, forse, è tale impegno ad abrogare le leggi incostituzionali varate dagli ultimi Governi che un nuovo Governo di sinistra dovrebbe formare il suo programma e poi mantenerlo. Altrimenti possiamo andare tutti alla mensa della Caritas; e Monti lo sa: infatti il suo Governo sta progettando una legge per la concioliazione di un eventuale fallimento dei privati e il concordare un piano di rientro da seguire per evitare il sequestro dei propri beni mobili ed immobili! Quindi: ti taaso da pazzi e poi, se non ce la fai, l’Agenzia delle Entrate ti sequestra casa; però ti aiuto ad uscire dal rischio di sequestro con un organismo appositamente creato. Conscio dell’incoscienza di buttare i cittadini sul lastrico.

IL CRONISTA IL CRONISTA
31 marzo 2012

Grande Giuseppe. E tu e io andiamo a fare i ministri: tuttig hligliottinati :)

Lascia un commento

*


− 9 = 0

 

Mio sito di libri

Ultimi Tweet