Seppelliamo di caramelle la stronza!


Vedi su YouTube:
“Noi non siamo stati chiamati al governo per distribuire caramelle, perchè se cosi fosse ci avrebbero pensato i politici a distribuirle, e non occorreva un governo di tecnici!”
Non la nomino, perchè tutti i cittadini comuni sanno chi è quella grande stronza che si è messa in cattedra per bacchettare i cittadini come fossero bambini indisciplinati di un asilo di qualche periferia degradata.
Non la nomino perchè tutti coloro che hanno iniziato a lavorare negli anni sessanta, da ragazzini – quando ancora i sindacati non avevano accesso nelle ditte, e quando le prime riunioni sindacali si facevano sotto lo sguardo vigile del padrone – sanno di chi si tratta.
Non la nomino perchè quando noi lavoravamo – dopo aver abbandonato gli studi per dare una mano in famiglia, senza poterci neppure trattenere per noi gli esigui stipendi, che servivano invece per tutta la famiglia – sappiamo bene chi ha pronunciato quella frase sprezzante contro di noi.
Non la nomino perchè quelli che hanno lavorato anche 45 anni – trovandosene sull’estratto conto dell’Inps, magari solo 35, non per colpa loro, ma perchè certe ditte presso cui avevano lavorato (che non avevano versato i contributi) non esistono più da decine d’anni, o perchè la sede dell’Inps a causa di quella certa alluvione nella tua città, avvenuta nel lontano 1970, ovvero 42 anni fa, non ha più i documenti che certificano i tuoi contributi – sanno benissimo di chi si tratta!
Non la nomino perchè quelli che pensavano, nonostane tutto, di essere arrivati a un qualche minimo traguardo pensionistico, di poche centinaia di euro mensili, perchè spesso contributi misti da dipendente e artigiano – si sono visti allontanare di anni il traguardo, magari dopo che avevano fatto il “favore” alle ditte presso cui lavoravano di farsi esodare, rimanendo così senza stipendio e senza pensione – sanno molto bene di chi si tratta!
Non la nomino perchè mi fa schifo il solo nominare una bestia con poco cervello e niente di umano come la Fornero.
Non la nomino perchè non voglio essere accusato di voler seppellire di caramelle quella stronza, anche se è quello che in questo momento mi farebbe più piacere nella vita.
E alla fine un’ultima riflessione: ma affidereste voi i vostri bambini a un asilo che avesse come maestra la stronza in questione, senza riempire di telecamere ogni angolo di quell’asilo, perchè senza dubbio, se non ci fossero telecamere sarebbe una di quelle che fanno ingoiare ai bambini il loro stesso vomito?
Maledetta stronza!
IL CRONISTA

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

2 risposte a Seppelliamo di caramelle la stronza!

  1. Gert dal Pozzo scrive:

    Questo si chiama parlare chiaro!

  2. Massimo scrive:

    Un po’ sopra le righe, ma se non si alzano i decibel nessuno ascolta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*