Montsferatu vs popolo

Poi, per quel che riguarda il fatto che avete dovuto fare in fretta e certe cose avreste potute farle meglio, non ti preoccupare, tanto il culo è il nostro..
E magari se avessi potuto lavorare con più tempo saresti riuscito ad azzerare completamente i diritti e la dignità dei lavoratori, come ti sei avviato irrimediabilmente a fare
Share: Condividi
Condividi


Ieri Monti ha sfogato quel po’ di amarezza che ha dovuto accumulare in questi mesi.
Montsferatu ha detto che i poteri forti lo hanno abbandonato, intendendo per poteri forti gli indicatori del consenso che gli era stato dato: partiti, giornali, industriali, insomma, chi conta in questa società.
Per giustificarsi ha aggiunto che, sì, il suo governo ha dovuto agire in fretta e che molte cose si sarebbbero potute fare meglio, ma, ha detto anche con una certa fierezza non dissimulata che, in pratica, si vanta di essere riuscito a rompere dei tabù che altri, in tanti anni, non si sarebbero neppure sognati di toccare.

Ora, quando uno si vanta di essere riuscito a rompere dei tabù intoccabili sui lavoratori, è chiaro che si rivolge con fierezza ai suoi mandanti, perchè non avrebbe nessun senso che uno ti dicesse: “Però, nonostante sia considerato un tabù sono riuscito bellamente a romperti il culo”, vi pare? Quindi è chiaro che lui lavora per i suoi mandanti e non per il popolo.
Da quel punto di vista, caro Montsferatu, puoi stare tranquillo, hai lavorato assolutamente bene, non c’è alcun dubbio.
Poi, per quel che riguarda il fatto che avete dovuto fare in fretta e certe cose avreste potute farle meglio, non ti preoccupare, tanto il culo è il nostro..
E magari se avessi potuto lavorare con più tempo saresti riuscito ad azzerare completamente i diritti e la dignità dei lavoratori, come ti sei avviato irrimediabilmente a fare, con l’ausilio della tua socia in affari anche lei dedita alla soddisfazione dei vostri mandanti, come una troia è dedita alla soddisfazione di chi la paga.
Anche se avete dovuto agire in fretta siate soddisfatti, del vostro misfatto.
L’inferno è lì pronto ad accogliervi a braccia spalancate, e non vede l’ora di conoscervi personalmente.
E noi tutti per una volta vogliamo che l’Inferno venga esaudito in questo suo desiderio.
Amen.

IL CRONISTA

Share: Condividi
Condividi
IL CRONISTA

About IL CRONISTA