C’è chi sta con la Fornero


Cari amici, vi segnalo un post di un amico che è d’accordo con le ultime dichiarazionini della Fornero, qui

Ma vi posto di seguito la mia risposta al suo post:

Il post è bocciato in pieno! Salvo solo la seconda parte del commento di Massimo, ma non condivido la prima parte.
Il tempo dei negrieri è finito da un bel po’. L’uomo è sempre più uomo e sempre meno schiavo. Mi dispiace per i nostalgici.
Ma nel frattempo è passata tanta storia, tanta filosofia, tanto pensiero umano, oltre che tant’acqua sotto i ponti…
Nella società del terzo millennio d.c. che si vanta di essere civile non è pensabile che chi viene al mondo può rischiare di essere messo da parte da altri più forti, più secchioni, o più lecchini di lui.
Il lavoro è un diritto/dovere per ogni componente del consorzio umano.
E ognuno dà il contributo che può, con le sue forze e con la sua intelligenza, che queste siano eccelse o scarse. Altrimenti è giusto che la gente invece di andare a rubare, perchè messa da parte, si crei le false pensioni o si faccia assumere come guardia forestale!
Pfuih ;(

IL CRONISTA

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

4 risposte a C’è chi sta con la Fornero

  1. Massimo scrive:

    Nessuna malizia, forse del Caso perchè il tuo post, nel Castello, seguiva quello di Stars 🙂
    Però io condivido la teoria di Star, non i metodi della Fornero alla quale, inoltre, non riesco a riconoscere neppure buona fede. E’ importante non solo cosa si fa, ma come e con chi (e questo, per me, vale anche per Grillo … 🙂

  2. Gert dal Pozzo scrive:

    Nelle Costituzioni vengono espressi i principi generali in base ai quali i Popoli si riconoscono. I popoli, a loro volta, danno mandato ai Governi di amministrarli in base a “quei” principi.

    Io non credo che la Costituzione Italiana, affermando il principio che la base della nostra Comunità è il lavoro (in quanto col lavoro si acquista dignità e libertà) sia una Costituzione di sinistra, anzi tutt’altro. Il punto però è un’altro: il punto è quello che crede la Fornero.

    Se la Fornero considerava la Costituzione un documento sbagliato non doveva giurarci sopra.
    Se la Fornero credeva nei principi costituzionali avrebbe dovuto comportarsi in modo coerente con quei principi sui quali aveva giurato.

    Le sue affermazioni da vecchia baldracca dimostrano non solo la mancanza di rispetto nei confronti dei Cittadini, ma anche tutta l’ipocrisia della classe dirigente di questo Paese.

    Che vadano tutti affa.

  3. Carmen scrive:

    Aspetta, forse la Fornero ha ragione. Nel senso che ormai GLI ITALIANI non hanno più diritto al lavoro. Hanno deciso da anni che il lavoro così come la casa e un sacco di aiuti sociali è prima di tutto un diritto degli extracomunitari. Un giorno o l’altro, forse, ci faranno la grazia di dirci qual’è il conveniente scambio che hanno con i paesi che ormai ci hanno invasi avendo (è un fatto) ogni diritto prima di noi. Anche la fiaba che gli stranieri servivano per svolgere i lavori che gli italiani non volevano fare è una grossa balla. Conosco personalmente padri di famiglia che farebbero qualsiasi cosa ma non trovano più uno straccio di lavoro, ed inoltre vista l’attuale crisi lavorativa perchè continuano a far entrare stranieri? Perchè? qualcuno lo ha capito? io no.

  4. IL CRONISTA scrive:

    Carissimi amici tutti.. vi rispondo col prossimo post 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*