Gli Ultimi saranno i primi

Meritocrazia? Certo! Guarda il Trota! Guarda la Fornero, guarda la Merkel che non sa neppure indicare sulla carta geografica la capitale della nazione di cui è a capo e nella quale è nata.
Share: Condividi
Condividi


Cari amici tutti, a proposito del discorso che facevamo nel post precedente “C’è chi sta con la Fornero” non posso che ribadire quanto ho già detto nello stesso post.

Ma vi dirò di più, noi faremo LA RIVOLUZIONE DEGLI ULTIMI. E credetemi, gli ultimi che dico io sono i primi che dovrebbero essere considerati dalla società. Anche perchè meglio dare un lavoro a chi ne ha bisogno piuttosto che obbligarli a delinquere o ad inventarsi finti acciacchi per avere una pensione che li possa far vivere. Uno stipendio o una pensione costano molto meno di un carcerato, sia in termini economici, che di civiltà di una società; e uno stipendiato, inoltre, dovrà fare almeno i lavori socialmente utili.
Meritocrazia? Certo! Guarda il Trota! Guarda la Fornero, guarda la Merkel che non sa neppure indicare sulla carta geografica la capitale della nazione di cui è a capo e nella quale è nata. Guarda i parlamentari che intervistati all’uscita del parlamento sull’art. 18 e sulla Tav non sanno il primo che cosa sia, e della Tav non sanno da dove partirebbe e dove andrebbe a finire, e sono quelli che dovrebbero rappresentare i nostri interessi. Ma quali, ma quando…
E’ questa la meritocrazia di cui parlate? E’ questa la Gerarchia con l’iniziale maiuscola di cui parlate?
No! Prima si deve pensare agli ULTIMI. Poi se rimane qualche briciola si pensa anche a quelle merde.
Non al contrario come succede ora.
Questa è civiltà, non quella di tutte le Fornero e le Merkel e dei Minchionne di tutto il mondo!

IL CRONISTA

Share: Condividi
Condividi
IL CRONISTA

About IL CRONISTA