Dio mi ha posto una mano sul capo

Dio mi ha posto una mano sul capo

6 luglio 2012
By
Share: Condividi
Condividi


Allora, per chi non lo avesse ancora capito, vi spiego.
I comandanti delle navi non sono, come tutti abbiamo sempre creduto, i responsabili della nave.
Non sono coloro che devono avere in ogni momento la situazione della nave in pugno, non sono quelli che rispondono anche dell’operato dell’ultimo mozzo a bordo, non sono quelli che percepiscono uno stipendio per essere responsabili di tutto ciò che possa avvenire durente un viaggio.
Men che meno sono coloro che, oltre che prendersi lo stipendio (cosa questa naturale nonchè ovvia) sentono anche quella passione che dovrebbe essere propria per coloro che fanno certi mestieri. Infatti scegliere di comandare una nave non è certo come scegliere di fare il portalettere. A me pare.
No! Schettino ci ha fatto ricredere delle nostre ingenue e romantiche, stupide, credenze e ci ha riportato alla realtà.
La realtà che guida la scelta di un uomo a guidare una nave.
E la realtà è che i comandanti sono comandanti in quanto devono partecipare alle cene nel ristorante più “in” della nave, devono accogliere simpaticamente le belle fighe ai loro tavoli, fare anche un po’ i galletti. Portarsele (le belle fighette) nei ristoranti della Costa Azzurra, approfittando di uno o dell’altro scalo. Fare gli inchini alle isole che si incrociano nella rotta per fare vedere a tutti quanto si è bravi e spericolati nel passare più vicini del collega alla costa e agli scogli..
Insomma la realtà per cui Schettino aveva scelto di comandare una nave non era la parte che riguarda il dovere, ma solo quella che riguarda il piacere.
Per questo si era anche organizzato in modo tale da sprecare il minor tempo possibile anche negli “inchini”, perchè senza questa incombenza la nave può andare da sola…
“Chiamateme quann simm vicini o Giglio, nè, guagliò! Che prima sono occupato a consumare la mia cena al ristorante in compagnia di amici e fighette e a bere champagne! Nè guagliò!”
Questo, più o meno, è quello che viene fuori della figura del comandante di una nave, dalla vicenda del Concordia.
Quattromila persone in vacanza, in mano a un essere che ha preso il suo lavoro per un non lavoro.
E questo essere irresponsabile per giustificare il suo operato cosa fa? Davanti alla procura si difende tirando in ballo addirittura Dio..
“E’ stato Dio a pormi una mano sul capo e farmi fare quella manovra per evitare un’ecatombe”…
Già, perchè altrimenti, se Dio non ti avesse posto la mano sul capo cosa avresti fatto? Avresti portato la nave direttamente nella piazzetta centrale dell’isola del Giglio???
Ma va a cagare… va!
IL CRONISTA

Share: Condividi
Condividi

Tags: , , , , , , , ,

5 Responses to Dio mi ha posto una mano sul capo

  1. Gert dal Pozzo
    6 luglio 2012 at 19:47

    Ma dai, si sa a livello mondiale che Schettino è un cretino (e anche vigliacco). Solo un giornaluccolo come “Chi” poteva dedicargli una intervista e la copertina, e questo la dice lunga sul livello mentale dei suoi lettori.

    Cambiamo argomento, va…
    Oggi lo spread si è attestato a 470 (mi sembra, ma non sono sicuro, che nella settimana pre-dimissioni del Berlusca fosse a 469, toccando 571 il giorno delle dimissioni).
    Alla faccia del Salva-Italia e del Cresci-Italia!!!
    Monti ha dimostrato le sue qualità: bravissimo a massacrare la povera gente, apprezzatissimo fra i suoi amici burocrati, assolutamente incapace di risolvere i problemi.
    Grazie Napolitano, ci hai imposto la persona giusta!

  2. IL CRONISTA
    7 luglio 2012 at 09:50

    Caro Gert, cosa aggiungere a quanto hai scritto tu? E’ assolutamente così! :(

  3. 7 luglio 2012 at 22:30

    In quanto a quell’omuncolo di Schettino scrivere di lui è uno spreco di tempo e vocaboli. Purtroppo oggi la maggior parte della gente lavora esattamente come lui.A tutti i livelli, ti assicuro. La parola che più spesso sento a lavoro è “chissenefrega ci pensano loro dell’altro turno a fare…” Nessuno sente il dovere di fare ciò che è tenuto a fare, ma al contrario svicoo e cercano di fregare il prossimo e arrivare a fine mese e prendere lo stipendio. Io sono straconvinta che la maggior parte della colpa è delle famiglie che non insegnano più niente ai figli ma anche dei nostri politici che hanno dimostrato che si può vivere agiatamente fregando i soldi a chi paga, e chi paga è sempre l’onesto.

  4. IL CRONISTA
    8 luglio 2012 at 11:05

    Ti dirò, Carmen, io ho lavorato una vita, fin da ragazzino.. e sia io che i colleghi con i quali ho avuto a che fare, abbiamo sempre fatto il nostro dovere. Qualche stronzo è ovvio che ci sia in ogni ambiente, ma ampiamente recuperato dal lavoro degli altri. Quindi secondo me non sono tutti così, come asserisci tu. Ma sono punti di vista.
    Che invece nelle alte sfere siano più o meno tutti così, è più probabile, perchè la gente pensa che i livelli superiori possano esimersi dal fare bene il proprio lavoro, xchè tanto ci sono gli schiavi che lo fanno al posto loro..

  5. 8 luglio 2012 at 16:35

    In fatti non mi sono spiegata bene. Chi fa il proprio dovere (e sono tanti e tante) lo fa e basta, chi invece fa il furbo (e sono tanti anch’essi ti aissicuro)pensa di vivere alle spalle dei colleghi. Per il resto non posso che darti ragione al 100%.
    Ps: Hai ragione non sono la maggioranza della gente che se ne frega. Ma la maggior parte dei politici invece ritengo siano zecche attaccate al collo della gente che sfrutta come bestie e quando non serve più vorrebbero eliminarla (anche fisicamente)e molte volte ci riescono…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


3 − = 0

Ultimi Articoli

Chiedo giustizia per mia sorella uccisa
La rovina del #M5S sono i capetti de noantri

La rovina del #M5S sono i capetti de noantri

giugno 14th, 2014

Ha ragione @beppe_grillo i #verdi europei sono come una fetta d'anguria: verdi fuori e rossi dentro.[...]

Sconforto piddino per la caduta di Livorno

Sconforto piddino per la caduta di Livorno

giugno 9th, 2014

Sconforto piddino per la caduta di Livorno[...]

Lo giuro solennemente!

Lo giuro solennemente!

giugno 5th, 2014

NON è INDISPENSABILE, FORSE, VOTARE PER M5S, IO STESSO QUANDO VOTO HO I MIEI DUBBI SACROSANTI, MA NO[...]

Sapete che c’è? Non è il M5S a stufare, ma i suoi elettori.

Sapete che c'è? Non è il M5S a stufare, ma i suoi elettori.

maggio 29th, 2014

Sapete che vi dico, pupazzi? Ma annatevene al bar all'angolo a fare, tutti, i CT della nazionale di [...]

Europee: Pd 6 Italia 0, cappotto

Europee: Pd 6 Italia 0, cappotto

maggio 26th, 2014

Ha vinto l'Italia della Repubblica, dell'Unità, di Debenedetti, degli Zucconi, dei Lerner, delle con[...]

Diretta streaming da piazza San Giovanni – Roma #VinciamoNoiTour 23/05/2014

Diretta streaming da piazza San Giovanni - Roma #VinciamoNoiTour 23/05/2014

maggio 23rd, 2014

Diretta streaming da piazza San Giovanni - Roma #VinciamoNoiTour 23/05/2014[...]

Elezioni europee, sbagliare è umano, essere deficienti no!

Elezioni europee, sbagliare è umano, essere deficienti no!

maggio 22nd, 2014

Sarò semplicemente uno dei milioni di cittadini extraparlamentari, incazzati, molto incazzati, con t[...]

Grillo da Vespa non mi ha entusiasmato, ma M5S rimane l’unico da votare

Grillo da Vespa non mi ha entusiasmato, ma M5S rimane l'unico da votare

maggio 20th, 2014

Ma non voterò ancora M5S perché desidero un uomo dei miracoli che sia ottimo in ogni occasione, no, [...]

Ebbene, faccio outing per il M5S (a sua insaputa).

Ebbene, faccio outing per il M5S (a sua insaputa).

maggio 16th, 2014

Sono d'accordo con loro. E a queste persone coraggiose dedico l'immagine che segue perché ognuno ha [...]

Ho visto! Piddini applaudire con le lacrime agli occhi Renzi e gridare “ANCORA!”

Ho visto! Piddini applaudire con le lacrime agli occhi Renzi e gridare "ANCORA!"

maggio 7th, 2014

Ho visto piddini che si prendono 20/30.000 € al mese e anche 100.000 umiliare i lavoratori a 1000€ a[...]

1° maggio (festa del lavoro) vietato dire è meglio lavoro per chi non ce l’ha che 80€

1° maggio (festa del lavoro) vietato dire è meglio lavoro per chi non ce l'ha che 80€

maggio 2nd, 2014

Volevo parlare anche delle reazioni del Pd, dei renziani soprattutto e della Picierno che se ne è us[...]

Il Pd ormai si propone come guardiano e garante del sistema

Il Pd ormai si propone come guardiano e garante del sistema

aprile 29th, 2014

E' il sistema della prepotenza, il sistema che divide la società tra furbacchioni e plebe. E coloro [...]

M5S non sarà panacea di tutti i mali, ma partitocrazia è tutti i mali

M5S non sarà panacea di tutti i mali, ma partitocrazia è tutti i mali

aprile 27th, 2014

... Quindi non c'è scelta. Anche stavolta non ho nessun dubbio per chi votare, ci mancherebbe altro.[...]

La piazza di Formigli di pulito ha solo il titolo

La piazza di Formigli di pulito ha solo il titolo

aprile 15th, 2014

Tralascio di parlare degli altri ospiti della trasmissione Piazza Pulita del Formigli, come Scalfaro[...]

Libri: Il Cronista

Libri: Il Cronista

aprile 11th, 2014

In questo saggio di Gaetano Rizza scritto in modo impeccabile e con un ritmo tale da non far staccar[...]

Pina Picierno: anche i TROLL vanno in tv

Pina Picierno: anche i TROLL vanno in tv

aprile 7th, 2014

Mi direte... allora ben vengano i TROLL anche in tv. No! I TROLL già non li sopporto nei Social, fig[...]

Cosa può esserci di peggio di quello che abbiamo?

Cosa può esserci di peggio di quello che abbiamo?

aprile 1st, 2014

Quindi ripeto la domanda del titolo: "Cosa può esserci di peggio di quello che abbiamo?" Il Moviment[...]

M5S tra Front National e lista Tsipras

M5S tra Front National e lista Tsipras

marzo 25th, 2014

Ma Italiani non ancora pronti per questi discorsi, a loro continuate a dargli da mangiare COMUNISTI,[...]

Renzi fa l’aumento in busta a elettori Pd

Renzi fa l'aumento in busta a elettori Pd

marzo 17th, 2014

Ma non basta, l'asino casca ancora, perché neppure i co.co.co o come si chiamino.. forse qui.pro.quo[...]

In Primo Piano

Dai diritti acquisiti ai diritti scippati Dai diritti acquisiti ai diritti scippati

Dai diritti acquisiti ai diritti scippati. E io potevo permettermi, quindi, di pensare di pretendere qualcosa in più dalla società che non fossero solo diritti, per esempio un’Etica.
Un’Etica che oggi siamo costretti a non ricercare più (se non richiamarsi ognuno alla propria)

Riflettore

Ma è così strano passare da An a M5S? Ma è così strano passare da An a M5S?

Ma è così strano passare da An a M5S? Dirò di più: il mio sostegno, oggi, al M5S lo considero una naturale prosecuzione della mia antica militanza ad Alleanza Nazionale, l’An che credevo più pulita di tutti gli altri partiti.

Il Punto

La parabola dei fottitori e dei fottuti La parabola dei fottitori e dei fottuti

Cultura

IL CRONISTA

IL CRONISTA

Guarda il video su Youtube “IL CRONISTA” è autore anche: dei seguenti siti: – GENTE IN MOTO – Il Poeta di Genova – Genova Musica e delle seguenti canzoni:

Articoli per mese

Ricevi le News

Enter your email address:

Delivered by FeedBurner


E’ uscito “IL CRONISTA” il libro di Gaetano Rizza


Il libro è un rifacimento del primo libro dell'Autore (La sinistra ce l'ha piccolo, il leader), riprende infatti tutto il libro precedente con l'aggiunta dei capitoli più attuali che arrivano alla fine del governo di centro-destra e l'inizio del governo Monti.
Il libro si potra acquistare in tutte le librerie e in tutte le maggiori librerie online.
Qui un link per poterlo acquistare online.

PREFAZIONE

Cinquecento pagine di storia del mondo, dal governo Prodi al governo Monti, passando per Berlusconi e la crisi economica.
“Un’epopea” scritta da un cronista del mondo, con amarezza, rabbia e ironia, partendo da destra per poi, alla fine, cimentarsi in un rischioso sorpasso a sinistra della sinistra stessa, senza perdere mai di vista il traguardo finale: la dignità dell’uomo, a prescindere.
La Costituzione italiana, secondo l’Autore, dovrebbe iniziare con le parole: “L’Italia è una Repubblica fondata sulla dignità dei lavoratori”.
Ma questa idea della società - secondo la classe dirigenziale italiana, mondiale e inconcepibilmente anche, ormai, secondo la gente comune – pare essere un optional che non può appartenere alle civiltà, nel terzo millennio dell’era cristiana.

Diventa un Sostenitore di IL CRONISTA