Tutti pazzi per Moody’s


Ieri ho assistito a qualcosa di surreale.
Tutti i giornalisti dei tg filogovernativi davano con entusiasmo la notizia che la famosa agenzia di rating Moody’s aveva annunciato che l’Italia può cominciare ad uscire dalla crisi già dall’anno prossimo se riuscirà a portare a termine le riforme annunciate.
Questa, per me (ma per chiunque abbia un briciolo di intelligenza non artificiale), è stata un’ulteriore conferma che il governo e la partitocrazia italiani, sono al servizio dei potentati economici mondiali e delle loro agenzie che fanno da termometro e da monito al nostro governo quando questo poco poco abbandonasse la linea dell’olocausto dei diritti dei lavoratori e dei lavoratori stessi.
Oggi i giornalisti filogovernativi hanno ancora il sorriso a tutta ganascia, tutti soddisfatti di essere di grande aiuto a Monti fornero ABC a ridurre i cittadini senza casta in schiavitù e di conseguenza di salvare l’Italia.
Non capiscono, i dementi, che il mondo non si salva buttando nel cesso i suoi abitanti.
Per loro l’importante è continuare a mantenere i finanziamenti pubblici, il loro status, il loro benessere, le loro vacanze alle Maldive…
Dei cittadini esodati ne parlano sempre meno, e i suicidi dei disperati non fanno più notizia.
Grazie giornalisti, grazie Moody’s.. grazie governo e partitocrazia.
Se l’Italia è questa che si lascia prendere in giro da voi, e che gioisce per una presunta probabile uscita dalla crisi e che nel frattempo dimentica e seppellisce le famiglie immolate al dio euro, io, sono fiero di dichiararmi non più italiano.
Andatevene a fanculo. TUTTI!

IL CRONISTA

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

7 risposte a Tutti pazzi per Moody’s

  1. adriano scrive:

    Caro Gaetano noi ci conosciamo, sono amico di Gianfranco, io volevo solo dire che non voglio far parte di quei TUTTI che hai menzionato, io la penso esattamente come te, non avere dubbi in proposito.
    Ti leggo in ogni momento e condivido tutto quello che riesci a dire molto egregiamente, io non ci riuscirei! spero di rincontrarti presto, magari da te, magari da me ad Albissola. Io credo in te, sappi di avere un amico di nome adriano.

  2. IL CRONISTA scrive:

    Carissimo Adriano, innanzi tutto scusami se non ho risposto alla tua e-mail, ma era un periodo di vacanze e un po’ me ne sono scordato.
    Ti ringrazio per queste belle parole. Lo so che siamo d’accordo, ci siamo capiti subito nelle poche occasioni in cui ci siamo incontrati. So che sei una brava persona e mi fa piacere averti conosciuto.
    Quando vorrai, se vi fa piacere, tu e la tua famiglia sarete graditi ospiti a casa mia, per poterci scambiare ancora le nostre opinioni su questa società che sta facendo di tutto per toglierci la dignità!
    A presto!
    Un abbraccio.

    gaetano

  3. adriano scrive:

    CHE PIACERE!!! Sono contento che tu mi abbia letto, ho cercato di portare sulla nostra buona via alcuni colleghi ai quali ho fatto leggere dei tuoi articoli; hanno trovato molto interessante e coinvolgente ciò che scrivi, ci hanno dato la loro approvazione ed io continuerò quando il caso a far conoscere la tua voce osannando la tua meravigliosa persona.
    Grazie Gaetano per averci portato una voce amica e sopratutto di lotta, ti seguirò in tutto ciò che tu riesci a scrivere.
    NON MOLLIAMO!!!!
    ciao, Adriano

  4. Gert Dal Pozzo scrive:

    “Andatevene a fanculo. TUTTI!”

    Spero che accettino il tuo invito, ma sicuramente non te lo confermeranno: sono persone troppo sobrie.

  5. IL CRONISTA scrive:

    Ciao Adriano, mi è venuto un dubbio.. sei sicuro che non mi stai scambiando per un’altra persona? AHAHAH

  6. Maria GRAZIA scrive:

    Allìestero, quando parlano di noi,la prima cosa che dicono: mafia. Ma adesso, ci vogliamo rendere conto che queste agenzia di rating ,sono peggio DELLA MAFIA? Sono la mafia legalizzata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*