CONTIAMOCI! COMUNICATO STAMPA: Sciopero benzina del 15/9

SCIOPERO RIFORNIMENTO CARBURANTI DEL 15/09

CONTIAMOCI COME SOSTENITORI E DIVULGATORI NEL SONDAGGIO IN FONDO ALL’ARTICOLO E SCRIVIAMO I NS NOMI NEI COMMENTI!

Si conclude la possibilità di contribuire a scegliere le modalità dello sciopero benzina del 15/9 partito dalla Rete. I giochi ormai sono fatti in quanto a gran maggioranza dei partecipanti al sondaggio è stata scelta la modalità seguente:

3gg di sciopero totale dalle ore 00:01 del 15/09/2012 alle ore 24:00 del 17/09/2012seguiti da:
30gg di NON rifornimento presso i distributori ENI/AGIP (a partecipazione statale) dalle ore 00:01 del 18/09/2012 alle 24:00 del 17/10/2012.

Le altre soluzioni proposte nel sondaggio le potete trovare qui: “Parte da Twitter sciopero benzina dal 15 settembre”, insieme alle motivazioni (del resto già di per sè molto chiare) che hanno fatto scaturire questa protesta spontanea della Rete.
Per comodità inseriamo il testo dell’articolo (letto ben circa 6.500 volte a questo momento) dal quale si è sviluppato il sondaggio:

Su Twitter Cesare Maria Ortis del gruppo #noitaliani, spesso ospite della trasmissione televisiva L’Ultima parola, ha lanciato in un tweet (140 caratteri) l’idea di uno sciopero di protesta contro il caro benzina.

Dal primo tweet, che era il seguente:

1) “Mi domando perchè i cittadini ke si lamentano non siano in grado di rifiutarsi TUTTI INSIEME di fare rifornimento x 15giorni dal 1 al 15 sett”

succede che:

2) Nasce un confronto acceso su Twitter tanto da entrare nei TT raggiungendo la 3 posizione (nonostante il tema del calcio e la partita)
3) Il dibattito è ancora aperto con ashtag #norifornimento
4) Le cinque proposte nate dalla discussione e su cui si deciderà entro il 15 settembre sono:

a) No rifornimento per 3gg

b) No rifornimento per 8gg

c) No rifornimento per 15gg

d) Evitare tutti di rifornirsi da ENI/AGIP (statale) per 30gg

e) No rifornimento per 3gg seguiti da 30gg di non rifornimento ENI/AGIP (statale)

Il 1° tweet è stato immediatamente raccolto da noi di IL CRONISTA che abbiamo condiviso l’idea e l’abbiamo subito appoggiata mettendo a disposizione questo giornal-blog per potere spiegare meglio, piuttosto che in soli 140 caratteri, la causa, le finalità e le modalità di questa protesta.

“Sulla causa penso che in molti sappiamo quale sia: il prezzo della benzina che miete record su record giornalieri. Ormai ha superato i due euro al litro che sono quattromilalire del vecchio conio. Se consideriamo che ormai un litro di questo prodotto è aumentato di più del doppio dagli anni novanta e che, nello stesso tempo, gli stipendi e le pensioni non sono aumentate in egual modo, ma anzi hanno perso in continuazione il loro potere d’acquisto è facile comprendere come la situazione ormai sia sfuggita di mano alla classe dirigente, industriale e politica italiana, che nel frattempo, come se niente fosse, continua a spendere e sperperare energie alle spalle dei lavoratori, dei pensionati, dei pensionati post-datati (senza stipendio nè pensione), delle madri di famiglia a cui è stata molto inopinatamente anche a loro aumentata l’età per poter percepire la pensione, a causa delle manovre varie che ci sono state calate tra capo e collo dall’oggi al domani da parte di questi dirigenti del mondo economico-sociale.
Se consideriamo inoltre che la benzina è solo uno dei tanti prodotti che ormai sono diventati oro, quindi di impossibile acquisto per i comuni cittadini (non così per quanto riguarda le categorie citate prima e altre categorie che si possono accomunare nell’espressione “Casta”), noi cittadini pensiamo che sì, va bene, aspettare le elezioni politiche per tentare di cambiare le cose mettendole più a favore dei cittadini, ma pensiamo anche che non è possibile, fin da ora, continuare a far fare quello che vogliono a quella massa di castaioli incapaci di amministrare la cosa pubblica e capaci di amministrare esclusivamente la “cosa loro”.
Da qui l’idea dello sciopero, con l’ausilio del Social Network Twitter.”

Si prega di diffondere questo testo in tutti i modi possibile anche ai cittadini che non utilizzano la Rete, affinchè la partecipazione alla protesta contro chi pensa di poter continuare a risolvere i problemi creati dalle caste a noi comuni cittadini e comuni pensionati, anche post-datati, sia il più possibile totale.

Vi ringraziamo per l’attenzione e…

Evviva gli Italiani!

IL CRONISTA

#noitaliani
#norifornimento
con la partecipazione attiva della Rete

P.S.
In questo link potete trovare il volantino da esporre
[poll id=”7″]

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

26 risposte a CONTIAMOCI! COMUNICATO STAMPA: Sciopero benzina del 15/9

  1. IL CRONISTA scrive:

    Partecipo: Gaetano Rizza (IL CRONISTA)

  2. Roberta Perazzo ©ℜ℗ (@Diabolikart) scrive:

    Partecipo anche se fossi l’unico a fare lo sciopero visto che media lo ignorano volutamente.

  3. Barbara Parodi scrive:

    Partecipo

  4. William Kemp scrive:

    Partecipo.

  5. iMarck90 scrive:

    Partecipo

  6. Gert dal Pozzo scrive:

    Partecipo

  7. Master2001_3 Power M5S scrive:

    Ci sono! Già iniziato da 3 giorni!!!

  8. Antonio Torchia scrive:

    Partecipo

  9. Laura Perazzo scrive:

    Partecipo

  10. Nathan Brad scrive:

    Partecipo

  11. Maria GRAZIA scrive:

    Partecipo

  12. rina scrive:

    Partecipo + 4 amiche !

  13. giancarlobg1 scrive:

    Potrò partecipare solo il 14 e il 15 ma la rivolta contro Eni/Agip andrà avanti x mesi.

  14. steger58 scrive:

    Partecipo

  15. mauro scagliotti scrive:

    PARTECIPO!!!!

  16. Uragano Padma Ki scrive:

    Partecipo!

  17. anonimo scrive:

    partecipate pure però vi facevano comodo gli sconti vero? copeve

  18. Alessandro scrive:

    assurdo

  19. Stefano Zucca scrive:

    Non partecipo giacchè, come al solito, non ho trovato alcuna motivazione chiara e plausibile ma solamente ciarle, e questo sito di certo non mi è stato d’aiuto per chiarirmi il vero vantaggio che si trarrebbe nell’abbassare la domanda di oro nero…
    Stefano Zucca

  20. William scrive:

    Partecipo e diffondo

  21. antonio scrive:

    Non serve a nulla piochèle tasse sullabenzina vengono comunque incassate dallo stato! inoltre le compagnie fanno cartello sul prezzo altro che concorrenza !!!!!!…… Non si otterrà mai nulla in modo pacifico in Italia, poichè la politica cavalca in modo opportunistico ogni situazione o avvenimentoalsolo fine di mantenere la sedia sottoil culo ai soliti noti !!!!
    Saluti da uno molto arrabbiato. antonio

  22. Cesare scrive:

    Partecipo, ormai dobbiamo fare da soli

  23. pierluca scrive:

    Partecipo con orgoglio.
    @periucs

  24. Master2001_3 scrive:

    Sarà pure che secondo alcuni non è servito. Ma il fatto che alla pompa oggi ci sono -2,5 cent in meno e che nel solo mese di agosto vi è stato un consumo pari al -9% di carburanti sarà un caso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*