Video – Abbiamo accettato riforma pensioni?

Da un po’ di tempo ho ripreso la pubblicazione dei video degli articoli che scrivo.
A volte, come in questo caso, creo dei video di articoli dei quali non li avevo creati prima. Quando questi sono, a mio parere, particolarmente significativi per smuovere le coscienze rattrappite di molti Italiani che pur vivendo la mia stessa situazione o non se ne rendono conto, o fanno finta di non rendersene conto perchè le prese di coscienza a volte provocano dei brutti risvegli.
Questo articolo l’avevo scritto dopo una partecipazione del ministro della repubblica Fornero a una trasmissione di Porta a Porta.
Il testo è qui

IL CRONISTA

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

2 risposte a Video – Abbiamo accettato riforma pensioni?

  1. Gert dal Pozzo scrive:

    Quando la Fornero dice che gli italiani hanno accettato le riforme si riferisce ai partiti politici, ai sindacati, e a quei ricconi che gridavano “fate presto!” (a metterlo in culo alla povera gente); il popolo non viene neanche preso in considerazione.

    Stai tranquillo: non ce l’ha con te. Tu per lei non esisti.

  2. IL CRONISTA scrive:

    Grazie Gert, mi sento un po’ più tranquillo.. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*