Non esiste più il PCI di una volta

(puoi visualizzare il video anche su YouTube)
Che nostalgia ragazzi! Che nostalgia per i tempi del PCI di Peppone raccontato così tanto bene da Guareschi.
Il Peppone sano, cocciuto, trinariciuto, dispettoso, addirittura simpatico nella sua perenne contrapposizione a Don Camillo.
Il Peppone di “Bandiera Rossa”, il Peppone che rappresentava degnamente il meravigioso quadro di Pellizza.
Il Peppone di quando il PCI diceva davvero cose di sinistra, utopistiche, demagogiche quanto si voglia.
Ma qualcuno ci credeva davvero.
Vi immaginate oggi la lontana emanazione del PCI – diventata Partito Democratico dei d’Alema, dei Veltroni, dei Bersani, dei Renzi, tutti chi più chi meno grandi ammiratori e sostenitori, insieme ai vari Casini e Berlusconi, del governo Monti Fornero – cantare nelle piazze BANDIERA ROSSA?
Ma quanti lanci di pomodori e di merda si prenderebbero?

IL CRONISTA

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

4 risposte a Non esiste più il PCI di una volta

  1. Victor scrive:

    “Ma quanti lanci di pomodori e di merda si prenderebbero?”
    Ma neanche uno! Io non ho mai visto una sola manifestazione in italia che non fosse tutto uno sventolare di bandiere rosse. Le uniche critiche che abbia mai sentito rivolgere al PD (se si escludono Libero e il Giornale, che non hanno nessun peso rilevante nel mainstream italiano – e fanno ridere persino me) riguardano proprio la presunta mollezza del partito. Per il resto i talkshow aggressivi, gli infervorati politici, i comici e il 99% degli utenti internet ancora rimpiangono Peppone.

  2. Massimo scrive:

    Il comunismo è morto, purtroppo i comunisti (che non sono mai stati quelli romanticamente descritti da Guaraschi) sono ancora tra noi.

  3. IL CRONISTA scrive:

    Ciao Victor, alla fine non ho capito se sei d’accordo o no col post. ;))

  4. IL CRONISTA scrive:

    Massimo, ma almeno prima facevano finta di cantare!Avanti popolo, alla riscossa..” Ora neanche quello ;))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*