Tandem Vendola-Bersani non può funzionare

Tandem Vendola-Bersani non può funzionare semplicemente perché ripropone stesso schema fallimentare di Bertinotti-Prodi.
Ammesso che Bersani vinca le politiche, cosa che a questo punto non è poi così più tanto sicura, il suo governo con l’appoggio di Sel durerebbe al massimo tre mesi come ho già avuto modo di dire.
Direi anche che potrebbe essere probabile che addirittura Sel si sganci ancora prima delle elezioni dall’appoggio che aveva dato a Bersani per le primarie.
Il segretario del Pd continua imperterrito a presentarsi all’Europa come il salvatore della patria e dell’Europa intera dichiarando fedeltà alla tabella di marcia di Monti. Vendola su questo punto, punto importantissimo ed essenziale del programma di Bersani, non ci sente, aggiungo io, a ragione.
Gli unici che continuano a fare dichiarazioni di voto imperterriti dando fiducia al Pd, naturalmente sono i piddini e sono sempre in aumento, ma come ormai è noto, questi, non capiscono un cazzo peggio dei pidiellini.
E’ gente in qualche modo sistemata con certi anche miseri privilegi. Insomma gente da poco… cose inutili.
Il ritorno in campo di Berlusconi porterà di nuovo qualche voto al pdl dai nostalgici delle Carfagna, delle Minetti, di Fede e dei Previti.
Nel M5S, Beppe Grillo, non riesce a dare trasparenza al movimento che è condotto da lui come una Cosa Sua, il che sarà anche vero, ma non può continuare a prendere a male parole tutti coloro che chiedono chiarezza e mandarli affanculo via web.
Insomma la situazione è sempre più confusa e, ripeto, l’unica soluzione è l’esercito.

IL CRONISTA

Il libro FILAMENTI E CAMPI di Gaetano Rizza si può acquistare sia presso il circuito Ibs e IBS (formato tascabile), che presso AMAZON (Prime).

Anche in formato eBook Kindle

2 risposte a Tandem Vendola-Bersani non può funzionare

  1. Gert dal Pozzo scrive:

    Ultime notizie: BERLUSCA FUORI DI TESTA!!!

    mercoledì 12 dicembre 2012 18:33
    ROMA (Reuters) – Silvio Berlusconi dice di non avere ancora deciso cosa fare e di avere finora solo dato la sua disponibilità ad essere o candidato premier o semplice leader della coalizione, ma aggiunge che qualora Mario Monti decidesse di candidarsi come presidente del consiglio a guida dello schieramento dei moderati lui sarebbe pronto a fare un passo indietro e ad appoggiarlo.
    Berlusconi sta parlando nel corso della presentazione dell’ultimo libro di Bruno Vespa.

  2. IL CRONISTA scrive:

    Appena sentito. Un pagliaccio. La Merkel e Il PPE gli hanno fatto il cazziatone e se l’he fatta addosso! VOGLIO L’ESERCITO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*