Il gigante e la bambina? Credibilità zero!

gigante-bambina
Il gigante e la bambina (Crosetto e Meloni) hanno credibilità zero, considerato che solo adesso si agitano tutti scandalizzati per scrollarsi di dosso il loro passato di yesman. Ma fino a che non sono venuti fuori gli scandali e il M5S se ne stavano belli tranquilli a fare le loro comparsate televisive, a percepire i loro compensi e ad usufruire dei rimborsi elettorali, in mezzo a tutto il truppone. Freschi come delle pasque.
E i diritti scippati ai cittadini potevano tranquillamente aspettare. Non erano nella loro agenda.
Come non sono nella famosa agenda Monti che tutti s’impegnano a rispettare.

IL CRONISTA

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

4 risposte a Il gigante e la bambina? Credibilità zero!

  1. CesareOrtis scrive:

    E qui mi deludi, anche se capisco la necessità di gettare disinformazione a favore di chi l’informazione e il confronto lo nega, per chi,invece, vuole conoscere le cose come stanno, basta seguire i voti e le battaglie effettuate da Crosetto contro Tremonti e contro Berlusconi (storica la sua telefonata andanta in onda da per tutti) in tempi non sospetti.
    La coerenza paga, ma certo da fastidio riconoscerla

  2. IL CRONISTA scrive:

    Ahhh! Scusaaaa! Allora stiamo parlando di due persone diverse, due omonimi. Io parlo di due persone che se ne stavano nei banchi del parlamento e che non si scandalizzavano per i compensi e le pensioni d’oro dei parlamentari, nè per i rimborsi elettorali che “erano costretti a spartirsi” alle spalle del popolo che il governo ha affamato, che non si scandalizzavano per il numero di parlamentari secondo solo a quello della Cina, che non sono andate a tirare due calci in culo (come tutti gli altri, del resto) al ministro del Welfare quando ha sbagliato i conti degli esodati, che avranno detto qualche no, è vero, ma standosene al calduccio delle sedie imbottite del parlamento, mentre a malincuore sostenevano, fino alla fine della legislatura, questo nazi-governo dell’olocausto dei diritti dei lavoratori. Fino alla fine l’hanno sostenuto. Adesso che è finita la legislatura fanno le finte scissioni per rimorchiare di nuovo un po’ di voti da portare al capo-bastone.
    La storia è vecchia. Non c’è niente di nuovo e di bello in tutto questo.
    Io farei disinformazione a favore di chi non vuole l’informazione? Io faccio solo riflessioni a favore dei cittadini come me, per non farli ricadere nelle mani dei vecchi volponi che invece sanno fare, e bene, l’informazione. Faccio riflessioni per i cittadini che si sono voluti rimboccare le maniche stufi dei falsi rinnovamenti.
    Capisco che hai altro da fare che seguire i post di questo blog, altrimenti sapresti quello che penso di Grillo. Con tutto ciò ne penso sempre meglio di tutti quelli che sono invischiati con partitocrazia e che ogni tanto si rinnovano per poi andare avanti come sono sempre andati avanti: coi fiorito coi lusi etc, basta che passa a nuttata e sono sempre lì.

  3. CesareOrtis scrive:

    Vedi affronti questioni generali di provvedimenti non certo nati da Crosetto, ma da un parlamento, se vuoi parla di quanto ha fatto lui, se invece vuoi indicare che tutti i provvedimenti del parlamento sono condizionati e decisi da Crosetto, allora si parliamo di 2 persone diverse

  4. IL CRONISTA scrive:

    Te l’ho detto quello che ha fatto lui, è stato lì fino a fine legislatura e ha contribuito a far sì che il Pdl fosse il maggior partito a sostenere il governo.
    In più, nella sua personale campagna di propaganda, dice che Grillo non è altro che uno che ha provocato la morte di persone in un incidente d’auto e che la settimana dopo era tranquillamente a fare ridere il suo pubblico.
    E’ proprio vero.. signori si nasce.
    Tu capisci che visto certo rapporto cordiale che avevo, si aveva in genere, con lui su Tw, l’opportunismo mi consiglierebbe di stare con lui.
    Ma non sono stato opportunista neppure in altre occasioni con altri personaggi, su TW, e forse tu ne sei a conoscenza.
    Io non posso nascondere lo schifo che provo per il sistema partitocratico in genere. Chi c’è c’è. Non faccio favoritismi a nessuno.
    Posso riconoscere solo certa gente per bene, quando ce ne sia, ma fuori dai discorsi politici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*