“Esilio x la Fornero!” il ns motto!

fornero-spocchia1
Oggi 22 dicembre 2012, giorno dopo le dimissioni del nazi-governo Monti, questo Blog lancia il motto che deve diventare il motto di tutta la gente civile: “Esilio x la Fornero!”.
Inutile spiegare il perché.
Questo blog è una ricca antologia delle bassezze che ha compiuto questo ministro del lavoro, saccente, supponente, ignorante, incosciente, odiosa e criminale.
Chi può e vuole cambi anche il proprio nick su Twitter, io l’ho fatto!
Il mio nuovo nick è appunto: Esilio x la Fornero!
In modo che tutti i partiti, le istituzioni, i giornalisti, i media in genere, l’Europa, il mondo, capiscano che per gli Italiani la musica deve cambiare.
Non c’è più trippa per gatti!
Si diano una regolata, tutti!

IL CRONISTA
“Esilio x la Fornero!” il ns motto!

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

9 risposte a “Esilio x la Fornero!” il ns motto!

  1. Massimo scrive:

    Non sono d’accordo. Storicamente gli esiliati si fanno sempre mantenere dai boccaloni che li considerano martiri. No. Fornero in Italia a scontare le sue colpe.

  2. IL CRONISTA scrive:

    Dovrà esserci una Norimberga per tutti i componenti di questo governo e per tutti quelli che l’hanno sostenuto.. Ma nell’attesa accompagnarla a calci in culo in esilio fino al confine dell’Albania non mi dispiacerebbe per niente.. Anzi.. 😉

  3. Gert dal Pozzo scrive:

    Io la lascerei in Italia e le dedicherei una stele della vergogna davanti ad ogni sede del PD-PDL-UDC.
    Che i passanti ricordino per sempre di cosa sono stati capaci quelle merde.

  4. IL CRONISTA scrive:

    Buona anche questa. Metterò su un sondaggio per suggerire la soluzione migliore contro la stronza.

  5. Maria GRAZIA scrive:

    Fornero: ripugnante,stomachevole come quando si fa una brutta congestione,e vomiti vomiti,un oca è più intelligente di lei. Che sparisca.

  6. Nauseato. scrive:

    Che dire, senza rischiare querele? Ci mancherebbe solo di pagarli anche. I fatti parlano. Non solo loro ma anche chi ha votato i parlamentari che gli hanno votato la fiducia una quarantina di volte tradendo i propri elettori, di fatto e, di fatto, esautorando il Parlamento. Per paura di andare ad elezioni e per tenersi la poltrona. Ovvero: per responsabilità, come dicono loro.
    E pensare che, ora, c’è chi ancora pensa di votare certi partiti che hanno dato fiducia alla distruzione dello stato sociale e dello Stato stesso, dato che i cittadino hanno perso la fiducia in uno Stato che unilateralmente viola i contratti e i diritti acquisiti. Se lo facesse un privato dovrebbe pagare i danni.
    Invece noi, per sette anni in più di anni di lavoro per la pensione, per sette anni in più di attesa di chi attende di iniziare a lavorare, per il mantenimento dei contratti di lavoro atipici – eufemismo – per il congelamento per sempre di stipendi e pensioni (perché quanto perso in rivalutazione rimarrà perso per sempre), per il rinvio di tre anni per percepire la liquidazione, salario differito che spetterebbe il giorno dopo il licenziamento, come siamo stati difesi? Con tre ore di sciopero.
    Questa democrazia a mio parere dovrebbe avere un nome diverso.
    Ora, se ci faranno votare, si presenta un bis, dato che Pinco Palla cazziato dall’Europa per aver creato povertà non si candida, forse per tenersi pronto a riscendere in camopo a salvarci di nuovo.
    Io me ne vado a nuoto dall’Italia verso il Nord Africa, lì, almeno, qualcuno si ribella.

  7. Nauseato. scrive:

    Andate, come ho fatto io, a votare il referendum di Rifondazione Comunista per abrogare la controriforma Fornero in tema di pensioni.

  8. carlo scaldazza scrive:

    Ricordiamoci pure di chi, fra i partiti, ha appoggiato Monti e la Fornero, per poi dissociarsi in periodo elettorale. Nessuno che abbia mosso un dito mentre i tecnici facevano macelleria sociale e contribuivano alla disoccupazione giovanile.

  9. IL CRONISTA scrive:

    Carissimi Nauseato e Carlo, se avrete la voglia di sfogliare questo blog troverete tutto quello che desiderate contro Monti, Fornero, Polillo & Soci, ABC e tutti quelli che li hanno sostenuti.
    Questo blog non risparmia nessuno, e io sono un esodato/rottamato/prepensionato/posdatato… anche incaxxato.
    Ciao nuovi amici 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*