Agenda Monti? Italiani non capirebbero!

agenda-monti1
Brevissimo oggi, solo per ricollegarmi alla partecipazione di Monti a Porta a Porta dell’altra sera.
Oltre a quello che abbiamo già detto ieri sulla puntata, ci era sfuggito di rimarcare una chicca fortemente rivelatrice della considerazione che ha degli Italiani il professore.
Vespa a un certo punto gli domanda come mai, visto che aveva criticato i partiti costruiti intorno a un nome, vedi Di Pietro, Berlusconi, De Magistris, Casini etc – e aveva altresì criticato le liste che portano bene in evidenza il nome del candidato premier – lui stesso non si è sottratto a fare altrettanto in questa competizione elettorale che lo vede tra i protagonisti?
Risposta del tecnico professore: “Ma sa… si era parlato così tanto dell’Agenda Monti (che servirà portare avanti per continuare a salvare l’Italia) che volevamo chiamare la nostra lista proprio così: Agenda Monti… Ma poi mi hanno fatto notare che per l’Italiano medio l’agenda è quella nella quale si annotano i numeri di telefono e quindi non avrebbero capito… Cosa vuole… Così abbiamo dovuto optare per il nome “Lista Monti”…
Possiamo immaginare che questa cosa gli sia stata fatta notare da tali Fini e Casini?
Ed ecco spiegato la considerazione che hanno di noi Italiani i politici e anche i professori. Spiegato anche perché sono sempre lì a fare quello che vogliono, da sempre.
Per loro l’Italiano medio è un coglione.
… E forse hanno ragione loro.

IL CRONISTA
Agenda Monti? Italiani non capiscono!

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

4 risposte a Agenda Monti? Italiani non capirebbero!

  1. Gert dal Pozzo scrive:

    Monti: “crescita, rigore, equità”.

    Effettivamente non l’ha capita nessuno.
    Boh…gliel’avranno suggerita…forse non l’ha capita neanche lui.

  2. IL CRONISTA scrive:

    Sono certo che lui l’ha capita perchè è tutto e il contrario di tutto come i suoi discorsi che in un certo senso paragono a quelli di Wandissima Veltroni nelle imitazioni grandiose di Crozza e ancor più al naturale.

  3. walter scrive:

    Caro Gaetano,
    non ti scrivo da un po’, e, se noti, sono stato costretto a cambiare anche indirizzo mail. Vorrei pregarti di contattarmi, magari direttamente al mio indirizzo, o qui, se preferisci, appena hai un momento, per farmi sapere che cosa si prevede in campo M5S per noi esodati (te compreso, come sappiamo) e per i pensionati in genere, quelli fregati dalla signora (?) Fornero.
    Ti ringrazio moltissimo come sempre.

  4. IL CRONISTA scrive:

    Caro Walter, piacere di risentirti.
    Ti rispondo qui perché parliamo di cose che possono interessare molti.
    Sinceramente non sono così addentro alle cose del M5S da sapere le loro intenzioni future sugli argomenti a cui accenni. Ti posso dire soltanto che sul sito dell’Inps si parla di deroghe per gli esodi collettivi e individuali. Credo che intendano dire che alcuni potranno andare in pensione col vecchio sistema a patto che dopo essere stati esodati non abbiano avuto nessun’altra occupazione. Io dopo aver firmato il mio “licenziamento concordato” (pena comunque il licenziamento) mi sono iscritto alla Camera di commercio per una piccola attività, quindi risulto avere avuto un’altra occupazione, anche se da questa attività non ho avuto alcun ricavo ma mi è servita soltanto per pagarmi ulteriori contributi.
    Quindi sembrerebbe che non rientro in quella deroga.
    Per quello che mi riguarda sto aspettando giorno per giorno che mi sia accettata la domanda di pensionamento che ho fatto e che dovrebbe partire dal primo marzo, Dio volendo. Visto che Berlusconi mi aveva spostato la finestra di punto in bianco, dopo che avevo firmato, dal marzo 2012 al marzo 2013.
    Speriamo bene! Altrimenti perdo la possibilità di andare con la pensione di anzianità.
    Ogni giorno aspetto con ansia la raccomandata dell’inps.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*