La sigaretta elettronica

sigaretta-elettronica
(Questo articolo si può ascoltare in video su YouTube).
Tempo fa vi avevo parlato del mio vizio del fumo. Oggi, a circa un anno, riprendo l’argomento per parlarvi dei tentativi che si stanno facendo nel mondo per debellare questo vizio.
Avevo sempre pensato anch’io a una finta sigaretta che invece di bruciare tabacco e carta sprigionando tantissime sostanze dannose per la salute, evaporizzasse invece sostanze non dannose e possibilmente addirittura benefiche per i polmoni. Qualcosa in tutto e per tutto simile alla sigaretta tradizionale, che potesse soddisfare il vizio perlomeno non provocando danni.
Qualcuno, oltre a pensare alla soluzione, ha anche realizzato questa finta sigaretta. Ed ecco che è nata la sigaretta elettronica. Una sigaretta che si accende con un pulsantino o solo con la forza sia pur lieve della pressione esercitata dall’aspirazione.
Negli ultimi anni se ne sono viste di vari tipi, ultimamente sono sempre più perfezionate e si può dire che oggi c’è il boom della sigaretta elettronica. Un boom forse anche dovuto a quanto se ne stia parlando nel bene o nel male nei media.
Queste sigarette contengono delle sostanze che al contatto con una resistenza si evaporizzano. Tra le sostanze ci può essere o no anche, naturalmente, la nicotina in diverse gradazioni per agevolare la disassuefazione.
Le organizzazioni sanitarie al momento hanno preso posizione contraria nei confronti di questo prodotto in quanto, dicono, non è ancora stato testato ufficialmente e non si può ancora sapere se possa provocare dei danni.
Qualche marca è stata anche ritirata dal commercio, ma ci sono negozi specializzati che ne vendono alcune marche tranquillamente.
Aggiungo io che un problema potrebbe essere quello che qualcuno potrebbe mettersi a produrre e vendere ricariche piene di quache droga.
I rischi in questa sigaretta ci sono, naturalmente, come ci sono nei vari tabacchi o “erbe” vendute illecitamente.
Sta a chi ne vuole provare l’utilizzo a scopo di smettere di fumare di usarla al meglio.
Io la sto provando ed è da qualche giorno che, perciò, non immetto più nei miei polmoni i prodotti della combustione del tabacco e della carta.
Vi terrò aggiornati.
P.S
Anche per questo post, come nel precedente in cui parlavo del vizio del fumo ci tengo a precisare, se ce ne fosse bisogno, che non vuole essere apologia al vizio del fumo, ma vuole piuttosto aiutare a far riflettere su quanto questo vizio sia inutile e dannoso sia alla salute che alle tasche.

IL CRONISTA
La sigaretta elettronica

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

5 risposte a La sigaretta elettronica

  1. Gert dal Pozzo scrive:

    Si, sono curioso ed interessato. Facci sapere, grazie.

    Sembra che chi la adopera ne sia entusiasta, vuoi vedere che funziona…?

  2. IL CRONISTA scrive:

    Ciao Gert, al momento ne sono quasi entusiasta anch’io perché mi permette davvero di tenermi lontano dalle sigarette. Credo che se riuscirò a trovare l’aroma adatto tra tutti quelli che ti offrono in commercio, forse sta volta ce la faccio :))

  3. Massimo scrive:

    Provare con la pipa ? 🙂

  4. IL CRONISTA scrive:

    Ciao Massimo, ogni tanto ci provo. Pensa che ne ho anche un paio che mi porto dietro da quando avevo circa vent’anni 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*