Elezioni: Pdl 17% e Pd 7% meno ma sono contenti

pdl-pd-l
(L’articolo si può ascoltare in video su YouTube).
Capisco che la politica italiana sia solo una ricerca della perpetuazione di sè stessi, e dunque qualsiasi risultato è buono quando permette di mantenere le poltrone, ma dire d’aver vinto o di essere stati lì per vincere avendo preso il Pdl il 17% e il Pd-l il 7% in meno dalle elezioni politiche scorse del 2008 mi sembra un tantino esagerato, e il tutto si può spiegare solamente col completo disinteresse per gli elettori perduti in quanto ciò che conta davvero per loro sono le percentuali che permettono di essere più o meno davanti uno all’altro, e non la quantità degli elettori.
Questi cosiddetti “politici” così tanto lungimiranti, dunque, non si rendono conto (invero se ne rendono conto benissimo ma pensando solo al “tiramm a campa’” che li riguarda in prima persona se ne sbattono) che quelle percentuali di votanti che non li hanno più votati questa volta (febbraio 2013) si riferiscono ai delusi dalle loro politiche di sostegno al governo Monti/Fornero – massacratore di diritti dei lavoratori – per i quali a nulla valgono le promesse elettorali del boia che dopo averti tagliato la testa poi, come se niete fosse, ti promette di non tagliartela più o, peggio, di restituirtela.
Per questi politici illuminati, quindi, il fenomeno degli elettori che non li votano più rimane un mistero inspiegabile.
Tantopiù rimane inspiegabile, a questi, che gli elettori di cui non si sono tenuti in considerazione gli interessi primari, oltre a non votarli più gli votano addirittura contro organizzandosi in un movimento che raccoglie la loro protesta.
E peggiorando la loro situazione, i politici, danno anche addosso a questo nuovo movimento che non è fatto altro che da loro ex sostenitori in buona fede.
… Quando si dice… la politica illuminata…

IL CRONISTA
Elezioni: Pdl 17% e Pd 7% meno ma sono contenti

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

2 risposte a Elezioni: Pdl 17% e Pd 7% meno ma sono contenti

  1. Gert dal Pozzo scrive:

    E ora voglio giustizia in onore degli eroi morti per fare l’Italia nelle guerre di indipendenza ed in onore dei lavoratori che si sono suicidati negli ultimi due anni.

    I vecchi politicanti devono andare in galera!

    Fate presto!!!

  2. IL CRONISTA scrive:

    Gert, sottoscrivo. In galera!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*