Un quarto di rivoluzione?

quartodicarne-rivoluzione
(L’articolo si può ascoltare su YouTube).
Qualcuno mi chiede cosa ne penso di eventuali inciuci da parte del M5S con il Pd, a questi rispondo che io non ho votato certamente M5S perché si metta d’accordo col Pd, e chi al contrario pensa che si debba fare ciò vuol dire che s’è accontentato di un quarto di rivoluzione o che addirittura non voleva nessuna rivoluzione perché stava bene nel magnamagna attuale. L’ho votato perché faccia fuori partitocrazia di dx, di centro e di sx senza distinzioni visto che se ne sono sbattuti tutti i “cosiddetti” di me e hanno pensato a sè stessi e alle loro merdose tasche. TUTTI. Quindi a me fanno schifo tutti allo stesso modo. Qualcuno invece si riconosce ancora in un cdx e in un csx che stanno con Marchionne e con le Caste con le quali evidentemente magnano, senza pensare alle riforme delle pensioni della Fornero e quindi al massacro degli esodati e dei vecchietti lasciati senza stipendio e senza pensione. Spero che sia chiaro il mio odio verso partitocrazia e la mia disapprovazione nei confronti dei rivoluzionari da un quarto di rivoluzione.

IL CRONISTA
Un quarto di rivoluzione?

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

18 risposte a Un quarto di rivoluzione?

  1. Gert dal Pozzo scrive:

    Esatto.

  2. Josh scrive:

    c’è un Grillino NO TAV che si vuole fare rimborsare la manifestazione in Val di Susa.
    Non mi pare che siano molto diversi dagli altri.

    http://www.ilgiornale.it/news/interni/deputato-grillino-che-vuol-farsi-rimborsare-manifestazione-896393.html

  3. IL CRONISTA scrive:

    Ok, mi hai convinto. Torno a votare per chi ruba meglio e molto di più

  4. Josh scrive:

    non ho l’abitudine di prendere in giro i miei interlocutori, e mi piacerebbe che chi interagisce con me faccia lo stesso.

    Non ho detto da nessuna parte di votare “quelli di prima” da cui siamo TUTTI delusi.

    Ho detto che quelli “NUOVI” sono uguali.
    O una variante.
    Aggiungo che, Gaetano, non mi capacito, da qualche discorso di ormai anni fa, di come tu possa, da una destra sociale e tradizionale a cui in parte appartengo anche io, trovare in Grillo e Casaleggio questo ardore e convincimento.

    Il loro è un comunismo riconfezionato…a parte i beni in Costarica. Sono appoggiati dalla Goldman e dagli USA, il che non depone a nostro favore, proprio come cittadini. Le loro idee poi prese dall’esoterismo di Gaia, con annessa deindustrializzazione forzata schieneranno di più operai, impiegati, e il paese. Per me di industrie ne hanno già chiude abbastanza, senza i nuovi culti “rosso-verdi” dei grillini, con i loro filmetti Zeitgeist e gli ideologi alla Jacques Fresco che pensano il domani dominato da indiscutibili “scienziati sociali”, in ossequio alla “scienza”.
    Se quelli di prima ci hanno mezzi ammazzati, questi sono, da prospettive diverse, ugualmente pericolosi.

    Poi, magari non ricordi, io non faccio mai politica stretta, sono un …umanista, un insegnante, e me ne ritorno tra i miei quadri e poesie, qui
    http://esperidi.blogspot.it/
    magari a sognare iperurani forse per te inesistenti.
    Ma il mio convincimento è che i grillini non sono e non saranno la soluzione. Ciao

  5. IL CRONISTA scrive:

    Ahhh” Scuusaaa! A me sembrava proprio una presa per il culo;) e ti ho risposto a tono come faccio sempre. Per il resto contiua pure a informarti su Il Giornale o simili. Poi per bruciare tutta la spazzatura della partitocrazia che mi ha gettato al macero insieme a centinaia di migliaia di persone, Grillo e Casaleggio sono ancora poca cosa, ci vorrebbe il Napal. Aggiungo che sei vuoi dare lezioni di bon ton a qualcuno, la prossima volta lo fai, nel caso, quando verrò a trovarti nel tuo sito. Al massimo. Con cordialità, come sempre.

  6. Josh scrive:

    Riformulo, se vuoi rispondimi.

    Se uno (anche un Grillino) va di sua volontà a una manifestazione (in questo caso No Tav) deve avere un rimborso con soldi pubblici?

    per me no, che sia Pd, PDL e nemmeno se Grillino.

  7. IL CRONISTA scrive:

    Continua a guardare la pagliuzza nell’occhio del grillino… 😉

    Senza rancori :))

  8. IL CRONISTA scrive:

    Comunque non preoccuparti che quando vedrò che le cose non vanno come devono mando a quel paese anche loro. Tranquillo

  9. Maurizio scrive:

    Cronista, segnati questa qua: si va a rivotare, é ovvio, e appena dagli exitpolls esce che Grillo prende 1 voto in piú de gli altri, io premo sul tasto SELL. E quando sará abbastanza, Ti verró a ricomprare per un piatto di lenticchie. Se vorrai potró offrirTi un impiego come mio autista-lavamacchine-giardiniere-factotum. Sempre se Tu non avanzerai troppe pretese. Buona fortuna. Ti servirá.

  10. IL CRONISTA scrive:

    Caro Maurizio, non capito il tasto SELL (?) per il resto se ho interpretato bene il tuo pensiero pensi che questa tattica del M5S per le camere gli servirà solo a perdere parecchi voti in caso di prossime elezioni ravvicinate, giusto? Allora ti deluderò perché la penso anch’io come te. Infatti parlavo di quelli che si accontentano di un quarto di rivoluzione, che alle prossime rientreranno nei ranghi dei partiti della mangiatoia. Ma nel caso fosse il contrario ti prendo in parola dalla mia posizione privilegiata da pre-pensionato esodato poi posdatato. Sono di miti pretese. Mi basta uno stipendio minimo da operaio. Credo di essere più che ragionevole 😉
    (Ricordati che ho il tuo I.P) ;-))

  11. IL CRONISTA scrive:

    Tra l’altro non ci crederai, ma un posto come quello che mi hai promesso pubblicamente è il mio sogno da una vita ;-))

  12. Maurizio scrive:

    Carissimo, mi spiace della Tua posizione privilegiata da pre-pensionato esodato poi posdatato. Sinceramente. Peró caro Cronista, Te devi capire che Grillo non é la soluzione, anzi é l’accelerazione, é l’atterraggio disastroso, l’hard-landing. Quelli che ritorneranno nei ranghi (come in Grecia, praticamente tutti sono ritornati nei ranghi) lo faranno per forza di cose. Che il voto sia l’unica soluzione é indubbio. Resta da vedere come si divideranno quelli che “rientreranno nei ranghi”. Io accetto ogni scommessa che Monti evapora che nemmeno l’IDV. Il PD rimane costante nonostante Renzi e il Cav. fará il pienone. E andrá cosí perchè l’offerta politica é ben chiara: tutti dicono che si deve rimanere nell’Euro ma da una parte hai tasse (PD), dall’altra hai patrimoniale e decrescita felice (M5S), mentre gli ultimi almeno vogliono provare a perseguire la strada della compressione delle spese (PDL) e in fine il PDL é l’unico movimento politico che propugna la destrutturazione dell’incancrenito Potere Giudiziario in Italia. Solo per questo andrebbe votato in massa con convinzione religiosa. Se questo non accadrá, se Grillo fará il pieno per tutti i motivi che vogliamo elencare, buoni o cattivi che siano, appena esce il primo exit-poll in questo senso qualunque asset azionario e obbligazionario italiano verrá venduto il blocco (mi riferisco al tasto SELL di una piattaforma di trading). E hard-landing sará realtá. Immagina un governo grillino intento a tagliare “fondamentali” 500 mln di euro di costi della politica mentre il congelamento del mercato interbancario dovuto al sell-off sui BTP creerá un credit-crunch istantaneo che si abbatterá come il martello di Thor sull’economia privata… La BCE si riunirá, i tedeschi approfitterano per chiedere una Troika a Roma. Tempo 10 e i grillonzi avrebber l’aut-aut tra abdicare all’emissario di Jens Weidmann, oppure rischiare il blocco di alcune attivitá economiche di base. Il resto te lo lascio immaginare.

  13. Maurizio scrive:

    correggo: intedevo “tempo 10 giorni e i grillonzi…”

  14. IL CRONISTA scrive:

    Ciao, per quanto riguarda il risultatao t’ho già detto che la penso come te per quanto riguarda il netto calo del M5S nelle prossime elezioni, e nel post ne spiego più o meno le ragioni. Non penso e non spero che B. farà il botto. Spero che la gente si sia convinta che occorra qualcosa di più serio che B. e Minetti varie.
    Ma la gente spesso vota per simpatia e per riflesso di Pavlov, anche contro accanimento magistratura.
    Per quanto riguarda le analisi economiche etc che fai tu non so, mi sembrano un p’ un racconto di fantapolitica se non di fantascienza. Come sai oltre ai grillini militanti e sostenitori tra la gente comune ci sono anche fior di economisti che non la pensano come te. Io posso dire, come te, che M5S non è la soluzione o non lo è ancora, così com’è improvvisato. E’ comunque un ostacolo a questa classe politica che finora ci ha portati ad essere tra gli ultimi posti delle nazioni per quanto riguarda la classifica dei Paesi più civili. Paragonabili più o meno al Ghana e giù di lì.
    Questo a me non piace e a milioni come me neppure.
    Quello che ti posso dire è che odio chi ci ha portati a questo punto e al momento giusto se n’è sbattuto della povera gente. Poi se il M5S riuscirà nel suo intento, bene, se non riuscirà lui io comunque non voterò più per partitocrazia del magnamagna.
    In politica avevo sposato un tempo An, quella vecchia, quella post MSI. Adesso non sposo più nessuno.
    Comunque grazie della discussione. E’ stato un piacere 🙂

  15. Josh scrive:

    perdona l’OT, ma visto che stavamo parlando un po’ anche noi, accetta le mie emozioni nere di oggi…

    uh mamma Gaetano…la Boldrini alla Camera, la pasionaria degli extracomunitari e dello ius soli s-dato via, e Grasso, il manettaro per antonomasia.

    per l’economia in Eu ti aggiungo 2 notizie estere (non i soliti giornali, vai tranquillo, ma è importante che lo sappia):

    “Tedeschi Impazziti: Minacciano I Depositi Bancari Ciprioti” da http://ekathimerini.com/4dcgi/_w_articles_wsite2_1_16/03/2013_488169

    trad.

    http://www.losai.eu/minacciati-i-depositi-bancari-ciprioti-in-arrivo-pericolosa-corsa-agli-sportelli/

    anche qui:

    http://www.losai.eu/cipro-europa-branco-di-pazzi-espropriati-i-correntisti-per-salvare-le-banche/

    dal telegraph

    http://www.telegraph.co.uk/finance/9934565/Cypriot-savers-hit-as-eurozone-agrees-10-billion-bail-out.html

    in soldoni
    “Il 60% del salvataggio (Bailout) del sistema bancario Cipriota sarà pagato dai depositanti e correntisti prelevado dai loro conti correnti e depositi”

    Quanto pensi che manchi a che lo facciano anche a noi?

  16. IL CRONISTA scrive:

    Ciao Josh 😉 Per quanto riguarda Boldrini e Grasso ok, ma paura di M5S ha fatto sì che non fosse proposta una Finocchiaro e che abbia perso uno Schifani, il chè è già un ottimo risultato.
    Per quanto riguarda Cipro ne sapevo già qualcosa. Quindi dici che si potrebbe toccare il fondo più di questo col M5S? Non credo proprio. Siamo al fondo, non si può che risalire, naturalmente con qualche assestamento ondulatorio sussultorio 🙂

  17. Josh scrive:

    al di là delle nostre opinioni divergenti (anche se nemmeno a me piace Schifani),
    per me la Boldrini (la madrina mondialista degli extracomunitari, stipendiata con 30.000 eur/mese dall’ONU)
    e Grasso (uno dei soliti manettari, ex magistrato COME Finocchiaro, Violante, Ingroia & co, che continua a dire della mafia locale-nazionale, che certo non ci piace, ma trascura del tutto la vera mafia internazionale, quella bancaria e della BCE)
    sono tra i peggiori che potessero capitare.
    E peggio che peggio “europeisti” fino al midollo > id est contro gli interessi italiani.

  18. IL CRONISTA scrive:

    Non peggio di Schifani e Finocchiaro. Comunque quei dieci 5 stelle non hanno seguito la linea del partito credendosi eroi solitari. Non così i Piddini e i Pidiellini che come al solito hanno votato compattamente la linea del partito, criticando nello stesso tempo i grillini, nel caso lo avessero fatto anche loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*