Grillini, chiariamoci subito!

senato-apriscatole-tonno
(L’articolo si può ascoltare su Youtube).
Pare che ieri qualche 5 stelle (pochi) abbia votato per i cazzi propri senza tenere conto delle indicazioni del movimento. Ha fatto bene Beppe grillo a invitarli a riflettere e a trarne le dovute conseguenze.
Probabilmente qualcuno di coloro che abbiamo mandato in parlamento col nostro voto si sarebbe sentito sminuito nell’importanza e nell’orgoglio se avesse obbedito alla linea del partito. Questo perchè Pd e Pdl coi loro mezzi d’informazione gli hanno fatto credere che sono dei soldatini nelle mani dei pupari Grillo e Casaleggio. Se fossero in grado di ragionare un po’ più tranquillamente si sarebbero domandati come mai quelli che li accusano di obbedire e basta hanno votato compattamente per il loro candidato seguendo la linea del partito.
Benedetta ingenuità!…
… O malafede?

IL CRONISTA
Grillini, chiariamoci subito!

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

15 risposte a Grillini, chiariamoci subito!

  1. Carmen scrive:

    Questo perchè Pd e Pdl coi loro mezzi d’informazione …. e direi esperienza nel manipolare la gente li hanno subito tramutati nei LORO soldatini. Forse non era sbagliato quando rifettevo sull’età dei grillini, troppo giovani per non farsi sbranare dalla collaudata famelica casta.

  2. IL CRONISTA scrive:

    Età e mancanza d’esperienza.. Suggerisco una scuola di formazione per aspiranti deputati M5S

  3. Massimo scrive:

    O forse perchè ci sono in realtà parlamentari grillini in linea con la Boldrini e Grasso e, quindi, Bersani. E’ il richiamo ancestrale della foresta di appartenenza e nessuno può ignorarlo … 😉

  4. Filippo (Bruxelles) scrive:

    ricordiamoci sempre i 314 parlamentari che hanno giurato che Ruby era nipote di Mubarak ! Quelli si che hanno deciso con la propria testa.

  5. IL CRONISTA scrive:

    Massimo, non è andata così: http://www.facebook.com/vitoclaudiocrimi?ref=ts&fref=ts
    e comunque aver rafforzato il voto contro uno Schifani (di cui ricordo ancora il riporto di capelli demenziale) non ha prezzo 😉

  6. IL CRONISTA scrive:

    Bravo Filippo, ricordiamoglielo qualche volta, tanto per non dimenticare 😉

  7. Mezz_elfo scrive:

    il movimento 5 stelle per adesso non ha espulso nessuno ma c’è chi lo fa e in abbondanza……..Sui giornali semmai si legge questo:

    Espulsa dal Pd l’ex sindaco di Avigliana, con lei vicesindaco e assessore.

    Acqui Terme. Ferraris e Giglio espulsi dal Pd.

    Il Gruppo del Partito Democratico del IV Municipio di Roma ha deciso di espellere il consigliere Giorgio Limardi, a seguito di un ripetuto comportamento difforme alle linee del partito.

    Mario Russo, Valerio Addentato e Roberto Merlini sono stati espulsi dal segretario del PD provinciale di Roma Carlo Lucherini.

    Agropoli. Carmine Parisi: “Cacciato dal Pd perché ho denunciato la speculazione edilizia”.

    Troina. Espulsi dal PD due consiglieri comunali, per avere votato in contrasto con le indicazioni del partito.

    Castiglione del Lago. Rosanna Ghettini, Caterina Bizzarri, Giancarlo Parbuono e Ivano Lisi espulsi dal PD.

    Terremoto PD Alessano: espulsi Cosimo Del Casale e Donato Melcarne.

    Piacenza, bufera nel Pd: espulsi i sostenitori di Renzi dall’esecutivo. Sostituiti i dirigenti con una telefonata.

    Rapallo, sono stati espulsi dal PD: Maria Cristina GERBI, Giorgio BRACALI, Alessio CUNEO, Emanuele GESINO, Maurizio Ivan MASPERO, Maria MORRESI, Giulio RIVARA.

    La segreteria cittadina di Orta Nova ha attivato le procedure per il deferimento del consigliere comunale Antonio Bellino alla Commissione di garanzia, alla quale sarà proposta l’espulsione dal PD per violazione dello statuto e del codice etico.

    San Mauro Torinese, Rudy Lazzarini espulso dal PD insieme a un nutrito gruppo di colleghi.

    CASERTA. Rino Zullo è stato espulso dal PD.

    Carmelo Mazzola e Domenico Prisinzano sono stati espulsi dal PD di Castelbuono.

    Afragola: Valentino espulso dal PD.

    Sei iscritti al PD allontanati dal partito per non aver appoggiato Marini candidato sindaco a Frosinone.

    Solidarietà a Paolo Dean ex sindaco di Fiumicello e a Rosanna Fasolo, ex assessore della giunta Dean, espulsi dal PD.

    Terlizzi. Segreteria Pd: «Espulsi dal partito Ceci, Grassi e Adamo».

    Avezzano. Il Partito democratico ha avviato la procedura per espellere Nicola Pisegna Orlando dal partito.

    Anghiari. Danilo Bianchi espulso dal PD.

    Campobello di Licata, il consigliere comunale Mimmo Tascarella espulso dal PD.

    Gavorrano. Serena Remi, ex segretaria Pd ha presentato ricorso al Comitato Provinciale dei Garanti contro il provvedimento di allontanamento dal partito: «Registra pecche di forma ed è infondato».

    Siena. Sospensione dal partito per Giovanni Bazzini, Anna Gioia, Luca Guideri, Giancarlo Meacci, Lucio Pace, Alessandro Piccini e Gian Luca Ranieri.

    Belluno. Il Pd “scomunica” Massaro e gli vieta di iscriversi.

    Mondragone. Sfiducia Cennami, espulsi dal Pd i tre consiglieri.

    Il Pd passa ai fatti espulsioni ad Alessano.

    San Giuliano Terme, il Pd espelle dal partito due consiglieri comunali.

    Teramo. Le critiche scatenano l’epurazione. Espulso presidente comunale Pd.

    Eboli. Salvatore Marisei, Carmine Campagna, Antonio Petrone, Armando Cicalese, espulsi dal PD

  8. IL CRONISTA scrive:

    Grazie, utilizzerò queste informazioni ;-))

  9. DANILO scrive:

    Pur non avendo votato il M5S, ero contento per la novità e soprattutto per la significativa affluenza di giovani in parlamento. Ora peurtroppo devo ricredermi perchè davvero mi appaiono come tanti burattini teleguidati, da chi peraltro nemmeno siede in Parlamento nè partecipa quindi alle discussioni che, vivaDio, rappresentano ancora la base del confronto democratico delle idee.
    Se qualche dubbio ancora vi era, dopo l’incontro in streaming di ieri è apparso evidente come i rappresentanti M5S non avessero alcuna voce in capitolo. Tanto valeva che mandassero un sms e si risparmiava tempo. Ma se come i M5S si ostinano a ripetere, e cioè che ogni decisione è collegiale e arriva dal basso, perchè no si chiede alla rete di votare pro o contro l’accordo con il PD? Non è per questo legittimo ritenere che il ovimento sia ben altro rispetto a quel che dice di essere ?

  10. IL CRONISTA scrive:

    Guarda Danilo, nel m5s succede quello che succede in tutti gli altri partiti, quelli di Berlusconi e Bersani compresi. La linea la tiene il leader del partito, che questo sia eletto per primarie o per acclamazione, avviene così. Non ho mai visto deputati del Pd votare in modo diverso da quella che la linea del partito gli impone, pena l’espulsione. In questo caso il leader ha una linea precisa, rivoluzionaria, che raccoglie il malcontento di molti Italiani che lo hanno portato ad essere il primo partito. La base è dimostrato sia nelle loro assemblee, che in tutti i Social, concorda sulla stessa linea. Io che sono un semplice elettore anche.
    Quelli che non sono d’accordo sono solo ex piddini delusi del mancato accordo col loro partito di provenienza, e forse, molti, sono addirittura persone che non hanno votato m5s, ma sono rimasti imperterriti piddini anche se il loro partito, come per il pdl, ha votato la fiducia al governo del mattatoio Monti/Fornero comprese le sue riforme da macellai.
    Io consiglio a tutti i cosiddetti “delusi” di mettere su dei movimenti per conto loro. In fondo non è poi così difficile diventare dei Grillo o dei Che Guevara per poter farele rivoluzioni su misura per ognuno di loro.

  11. Danilo scrive:

    Ho letto “Il grillo canta sempre al tramonto” dove il pensiero ideologico dei tre (Casaleggio, Grillo,Fo) emerge di prima mano con estrema chiarezza: il M5S è un movimento senza leader, con chiaro riferimento alla strategia decisionale collettiva. Di fatto sta avvenendo, come tu stesso hai rilevato, esattamente il contrario. Inoltre M5S sostiene che ogni voto vale 1, tu sotieni che invece i voti hanno un valore intrinseco diverso se provengono dai “delusi”…non è che per caso hai le idee un po’ confuse ?

  12. IL CRONISTA scrive:

    “…tu sotieni che invece i voti hanno un valore intrinseco diverso se provengono dai “delusi”…non è che per caso hai le idee un po’ confuse ?”

    Ma che stai a di’???

    Io ti ho risposto questo: “La base è dimostrato sia nelle loro assemblee, che in tutti i Social, che concorda sulla stessa linea. Io che sono un semplice elettore anche…”

    Aggiungo, finché M5S si comporta come farei io, lo voto, quando non mi conviene più non lo voto più!.
    Se ti sta bene è così, se no pure. Me ne farò una ragione.

  13. Mezz_elfo scrive:

    Io ho votato il M5S e penso che siano completamente corretti non con linea del “Capo”, ma con la linea nostra di cittadini ci vogliono far credere che non partecipiamo, con la vita parlamentare sono palle !!!!!
    qui ci sono solo alcune delle cose che hanno fatto
    https://www.youtube.com/user/M5SParlamento
    Oggi ministro Grilli ha dovuto rispondere alle interpellanze del M5S sui dubbi da loro espressi sul fatto che nel decreto per i 40 miliardi per pagare i crediti residui, dubbi che grilli NON HA CHIARITO!!!, questi soldi transiteranno dalle banche, e facendo così si innalzerà al 2,9% il deficit italiano, pertanto per i prossimi due anni non si potrà spendere più una lira.
    Un governo dimissionario, ci impegna per i prossimi due anni, per dare dei soldi non alla piccola impresa, ma alle BANCHE!
    Le riforme le deve fare il PARLAMENTO non il governo, e qui ci continuano a dire che è il governo che deve fare le riforme.
    SONO TUTTE PALLE!!!.
    Il Parlamento legifera autonomamente dal governo, ma questo dai mas media tradizionali è nascosto!
    Basterebbe attivare le commissioni, che oggi grazie al PD al PDL a Grasso e alla Boldrini, non vengono attivate solo per i soliti sporchi giochi di partito.
    Le commissioni sono autonome dal governo e devono per legge essere attivate entro 5 giorni dalla elezione degli organi della caomera, ma il PD e PDL si continuano ad opporre a ciò.
    Guardati la seduta del senato che è online in cui Crimi si lamenta per questa cosa e Grasso molto candidamente dice che per quello c’è tempo!!!!
    UNO SCANDALO!!!!!
    Le commissioni devono essere attivate subito!!! è quello il vero scandalo.
    Grande M5S noi ti chiediamo di non allearti mai con nessuno!!!!!

  14. IL CRONISTA scrive:

    Non te la prendere, sono trolls piddini pagati per far propaganda contro M5S, e si girano tutti i blog 🙁

  15. Mezz_elfo scrive:

    Non preoccuparti non me la prendo però, penso che controbattendo colpo su colpo alla fine si stancheranno loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*