Mediaset, più in basso di così si muore

mediaset
(L’articolo si può ascoltare su YouTube).
Ieri sera ho assistito a quello che credo si possa ben definire il livello più basso (finora) raggiunto dalla televisione pubblica e privata. Nemmeno le più scarcagnate televisioni locali erano riuscite a farmi vedere spettacoli di livello così indecente.
La trasmissione condotta da quel certo Del Debbio, Quinta Colonna, oltre ad avere in studio il solito Giovanni Favia che giustamente ormai viene definito, insieme alla Salsi, il più grande spot del Pd e del Pdl contro il M5S, ospita anche un certo personaggio, a dargli man forte, di cui non farò il nome per non dargli l’importanza di essere nominato in questo blog.
Un personaggio di cui i genovesi con una certa buona memoria si ricordano in quanto più o meno da una quarantina di anni, più o meno dagli anni in cui Beppe Grillo è diventato famoso, cerca di vivere come un parassita parlando male di lui.
All’inizio si faceva ospitare dalle televisioni locali di Genova cercando di imitare la comicità di Grillo e accusandolo di avergli rubato le battute perché, dice, da ragazzi erano nella stessa compagnia. Poi non s’è più visto per anni, tranne che come ospite tra il pubblico una volta al Maurizio Costanzo Show nel quale aveva cercato di farsi notare da Costanzo senza successo. Poi ancora, non rassegnato, ogni tanto riesce a a farsi notare sempre nelle tv locali di Genova, e sempre in occasione di qualche exploit del più famoso personaggio che invidia da sempre. Pare anche che adesso che Grillo si è messo in politica, lo abbia fatto anche lui.
Ieri sera ha fatto il salto di qualità: dalle tv scarcagnate locali è stato raccolto dalla scarcagnata tv privata nazionale Mediaset. Quella televisione di Berlusconi che, ricordiamolo, ha cacciato un giornalista proveniente dalla CNN come Vinci per dare il suo posto alla signora Barbara D’Urso che evidentemente interpreta meglio i gusti del pubblico di Mediaset.
Il personaggio, evidentemente ingaggiato per sputtanare il Movimento che dà troppo fastidio al loro capo, ha dato il meglio di sè stesso in quanto a invidia, rancore, frustrazione, volgarità, come era logico aspettarsi dal tipo.
Complimenti a Mediaset! Vi suggerisco di assumerlo come vice o al posto di Mimun & soci, il risultato sarebbe lo stesso: Stupidità, odio e servilismo assicurati.

Vergognatevi! Servi!

IL CRONISTA
Mediaset, più in basso di così si muore

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

8 risposte a Mediaset, più in basso di così si muore

  1. Josh scrive:

    Vuoi altri esempi di tv bassa?
    nella tv pubblica col Sanremo ultimo, con la canzone “amami uomo” cantata da un uomo, la Litizzetto e Fabiofazio, o rai 3 continua comunistata di Fazio+ Litizzetto e poco fa pure Saviano….non so cosa ci sia più basso di questo.

    C’è un’altra differenza: Mediaset non la paghi.
    La Rai sì, con (anche ) i tuoi e miei soldi.

    Del Debbio non ha grandi colpe ed è piuttosto moderato. Mimun non mi fa impazzire anche se sa il fatto suo…viene da rai 2.
    Anche lui corrisponde a un certo tipo di scelta di direttori di tg e di giornale sempre della stessa estrazione (che non apprfondisco qui, a buon intenditore…sempre che si conosca il mondo dell’editroia cartacea e televisiva italiana…poi beh “italiana” fino a un certo punto)

    Altri scandali? Le trasmissioni di gad lerner, un vero obbrobrio come tutta la 7, gruber & Co, sempre laicista, comunisteggiante, europeista, gauche caviar.

    Private a pagamento? Santoro, Travaglio pagati dallo squalo della finanza Murdoch. Ce n’è di pattume.

    Non ho visto invece l’episodio puntuale che citi nel post… ma mi sembra ti sia andato un po’ di traverso fondamentalmente perchè hanno osato criticare Grillo.

  2. IL CRONISTA scrive:

    Josh, non ho mai risparmiato le trasmissioni della Rai o delle altre tv che citi dalle mie critiche. Che poi tu voglia precisare che la trasmissione di cui parlo mi sia andata per traverso perché “ha osato criticare” Grillo, non è degno della tua intelligenza. Ci sono trasmissioni faziose in un campo e nell’altro. Ma quello di cui ho parlato raccoglie vera spazzatura (che io conosco da genovese) per gettarla addosso al “nemico” politico che in questo momento fa più paura a Berlusconi. Mi rendo conto che per te, in questi anni,in Italia e nel mondo non è successo niente.

  3. Massimo scrive:

    Non ho visto la trasmissione citata anche perchè mi sono stancato da anni di guardare quel genere di programmi, che siano condotti dai (pochi) giornalisti di Centro Destra o dai (tanti) di sinistra. Credo però difficile superare la faziosità e lo squallore dei Santoro, Lerner, Floris, Annunziata.

    P.S. Per favore, scrivimi, anche in privato, chi è l’Innominato !!! 🙂

  4. IL CRONISTA scrive:

    Massimo, fai benissimo a non guardarle, la sera meglio guardare un bel filmetto in pace, ne convengo :-)Ti scrivo ;-))

  5. Josh scrive:

    🙂 dici
    “Mi rendo conto che per te, in questi anni,in Italia e nel mondo non è successo niente.”

    ah ah 🙂 ah beh allora
    oh no sono successe tante cose.
    ma resto dell’idea che:

    nemico numero 1 è la sinistra in qualsiasi salsa, la prima che si è sempre svenduta ai potentati esteri/
    non sono contento del centrodestra…anche se sono sempre stato di Destra Nazionale-Identitaria-Sovrana in casa propria e AntiMondialista…/non sono mai stato un fan vero e proprio di Berlusconi…se guardo ai proclami sono più vicino a CasaPound e FN (più la seconda) anche se poi sono un tipo molto tranquillo/
    Non credo affatto che quella di Grillo sia una rivoluzione, ma più di tutto non approvo Casaleggio e alcuni passaggi suoi/
    Nel mondo per me la piaga maggiore è al momento, cresciuta a dismisura, quella schiatta che noi chiamiamo “L’Oro”, innominati non eletti che attraverso sliding doors passano da banche mondiali a ruoli politici internazionali, e tra Ue, FMI, ONU e simili ricattano interi Stati ex-sovrani.
    Sono talmente potenti che dirigono anche il pensiero e il “far credere” tante cose.
    Non sono uguali tra loro….c’è chi è più vicino ai Rockfeller..chi ai Rothschild, chi regna in USA chi in EU..ma non si muove nè nasce nè si afferma un partito nè un movimento senza che ne siamo avvertiti, senza che ne siano già alle spalle o senza che non siano già pronti a strumentalizzarlo ai loro fini, ovvero il furto/esproprio di ciò che è privato e nazionale. E’ un pessimo riassunto del mio pensiero, ma tant’è…

  6. Josh scrive:

    p.s.
    Mediaset avrà messo via Vinci,
    però Barbara D’Urso non conduce le stesse trasmissioni di Vinci, cioè non è proprio “al posto di” come dici….

    vedo poco la tv, lo confesso…solo film e non sempre;
    però ricordo il Vinci in trasmissioni serali politiche-salotti d’opinioni politiche etc,
    era in conflitto con il salotto di Vespa….

    ma la d’Urso (che come ultra50enne mica è male eh:-) conduce pomeriggi nazionalpopolari…
    Non si tratta di sostituzione di Vinci nello stesso ruolo.

    E comunque la d’Urso (gratis) al pomeriggio è meglio della Venier tutta sbracata (stesso genere e fascia oraria) in Rai….è diventata pesante (e soprattutto è strapagata col canone rai)

  7. IL CRONISTA scrive:

    Allora! Prima di tutto se non sai le cose evita di rispondere a casaccio. A vinci era stata affidata una trasmissione di taglio giornalistico nel primo pomeriggio della Domenica che conduceva con la sua professionalità, ma nel giro di due o tre domeniche è stato fatto fuori e sostituito dalla D’Urso (per condurre la stessa trasmissione di taglio giornalistico) per tirare su gli ascolti… (di qualità, evidentemente).
    La gara tra la D’Urso e la Venier non mi entusiasma e la lascio a te.
    Mi sembra che per non essere mai stato un berlusconiano te la cavi molto bene a difenderlo.

    Poi, ormai parteggiare per dx e sx come fai tu è, come fai tu, solo una guerra tra capponi manzoniani mentre vengono infilati nella pentola dell’acqua bollente. Io, se permetti mi occupo di cose più importanti: Esodati gettati al macero sia da dx che da sx, pensionati ai quali è stata bloccata l’indicizzazione, piccoli imprenditori che s’impiccano, code alle mense dei poveri di gente che non sa più come fare mentre i pagliacci della partitocrazia si sgraffignano ville, vacanze, soldi giocati alle macchinette mangiasoldi e puttane tolti alla gente che non sa come sbarcare il lunario.

    Ancora, se voui essere un po’ più credibile invece di dirmi che sei sempre stato di “Destra Nazionale-Identitaria-Sovrana in casa propria e AntiMondialista” e tanti discorsi dimmi per chi hai votato: CasaPound, FN, La Destra, Berlusconi o cosa?
    Mi giocherei l’osso del collo che hai votato per B. o comunque per la mangiatoia.
    Comunque sono affari tuoi.
    Saluti.

  8. Josh scrive:

    votato per FN.

    Mi interessa anche che casaleggio/grillo vogliano serrare TUTTE le scuole private, visto che in un Liceo privato ci lavoro.

    Mi interessa la condizone dei pensionati e imprenditori che ho anche in famiglia, e anche dei senza lavoro tra cui molti miei amici che negli anni ho dovuto aiutare materialmente in prima persona.

    Esodati gettati al macero sia da dx che da sx, pensionati ai quali è stata bloccata l’indicizzazione, piccoli imprenditori che s’impiccano, code alle mense dei poveri di gente che non sa più come fare
    non saranno certo aiutati da grillo/casaleggio che vogliono la deindustrializzazione forzata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*