Rivoluzioni senza ghigliottina addormentano i cuori

rivoluzione-ghigliottina
(L’articolo si può ascoltare su YouTube).
Ieri sera ho avuto la malaugurata idea (per me ottima idea) di segnalare un articolo del blog MENTE CRITICA.
Mai lo avessi fatto (si fa per dire)! Mi sono trovato a dover rispondere di decine e decine di accuse di non credere più al M5S, di essermi stufato dopo appena un mese dalle elezioni, addirittura di non aver apprezzato la linea tenuta dal Movimento nei confronti del Partito Democratico, e così via.
A parte il fatto che c’è questo blog che dimostra come abbia sostenuto il M5S e la sua linea, con più o meno un post al giorno a dispetto dei detrattori e dei finti delusi – in realtà gente del Pd – già dalle elezioni amministrative dell’anno scorso.. A parte questo, diGiamo, mi sembrerebbe anche umano poter spingere e, all’uso, poter “schiaffeggiare”, come si può fare per un amico, il Movimento quando si teme uno stallo per svariati motivi: vuoi per mancanza d’esperienza, vuoi per naturale mancanza di organizzazione, vuoi perchè non si può essere perfetti, sempre, e sempre pronti ad ogni evenienza.. nemmeno Beppe Grillo.
Quindi, seppur razionalmente capisco che la cosiddetta “Rivoluzione senza ghigliottina” può essere la soluzione più ragionevole e più indolore, col cuore e con la pancia avrei desiderato quello che suggeriva quell’articolo che ho segnalato: sull’onda delle piazze riempite da Grillo e del successo elettorale, continuare con la mobilitazione del popolo nelle piazze e se necessario davanti a Monte Citorio e al Quirinale per non fare cadere la tensione, la carica, e avvertire in questo modo il presidente della repubblica che non eravamo più disposti ad accettare giochi di squadra sporchi, come quello dei “dieci saggi” che tutto si possono definire fuorché saggi, appena propinatoci.
Senza contare che le soluzioni troppo ragionate a volte, e specialmente in Italia, rischiano di addormentare i cuori e far riassorbire lo slancio sincero che hanno avuto i cittadini, contro la partitocrazia e le caste, dai partiti che ci hanno portato a essere un Paese tra i meno civili del mondo e che ci hanno fatto governare col loro consenso dai tecnici Monti, Fornero, Polillo, etc.

IL CRONISTA
Rivoluzioni senza ghigliottina addormentano i cuori

Il libro FILAMENTI E CAMPI di Gaetano Rizza si può acquistare sia presso il circuito FELTRINELLI e IBS (formato tascabile), che presso AMAZON (Prime).

2 risposte a Rivoluzioni senza ghigliottina addormentano i cuori

  1. Massimo scrive:

    Probabilmente non siamo ancora “cotti” al punto da essere disponibili alla rivoluzione con o senza ghigliottina … 🙂

  2. IL CRONISTA scrive:

    Evidentemente 😉 Ciao Massimo:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*