Grillo si è impantanato nelle offese

vaffanculo (L’articolo si può ascoltare su YouTube).
Siamo d’accordo, la classe politica che ha fatto della partitocrazia del mangia tu che mangio io a discapito dei cittadini la sua cifra non merita altro che disprezzo e offese. Qualcuno, come me, ad esempio, pensa addirittura che le offese siano ancora poca cosa per gente ormai avvezza a sentirsi dire di tutto, rotta ormai a qualsiasi cosa pur di arricchirsi smisuratamente, continuare a fare vacanze di lusso in panfili propri o di amici compiacenti, etc, e che quindi bisognerebbe passare direttamente dalle offese verbali alle offese corporali tipo quella del taglio del collo con la ghigliottina, naturalmente dopo un regolare processo e dopo che si sia ripristinata la pena di morte a livello legale per gente di tal fatta. Ok.

Detto questo a parziale giustificazione di Grillo, però basta. La politica della contestazione e del vaffanculo andava bene da comico impegnato che faceva i suoi spettacoli nei teatri e nelle piazze. Andava ancora bene quando si è trasformato in capopopolo… ma ora molti ci aspettavamo che passasse dai comodi vaffanculo a una strategia più concreta, considerato il risultato elettorale che, altrimenti, rischia di essere solo una cometa di passaggio.

Ma forse, e dispiace dirlo, la forza di Grillo sono davvero solo le battute e le offese, e quindi le speranze poste sul suo movimento da chi non ne può più di questo stato di cose sono destinate a scemare per far posto un’altra volta alla misera rassegnazione di non poter rivoltarsi al potere dei più forti.
Questo non vuol dire che si ritorni tutti in maniera compatta a votare per i magnaccia della partitocrazia come molti sono ritornati a fare dimenticandosi tutto quello che era stato fatto dalle stesse componenti del governo in carica con a capo Monti anziché Letta. no! Anzi! In molti continueremo a votare il Movimento finchè anche Grillo e i suoi non avranno rotto definitivamente i coglioni, e il nocciolo duro, quello dei più incazzati, cercheranno di dar vita a qualcosa di più serio e di più affidabile, nonché di più concreto.

IL CRONISTA
Grillo si è impantanato nelle offese

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*