L’unica prospettiva è la rivolta!

morelli(L’articolo si può ascoltare su YouTube).

“L’Unica prospettiva è la rivolta”, questo è stato detto durante l’intervento di apertura al convegno annuale dei giovani imprenditori di Santa Margherita. Ma badate bene, chi ha pronunciato queste parole non è il solito fomentatore fascista Beppe Grillo, bensì il presidente dei giovani imprenditori Jacopo Morelli , quello, per intenderci, che sembra la brutta copia mal riuscita di un figlio illegittimo di Monteprezzemolino. Sì, quello col ciuffo alla Little Tony e le camicie azzurre e colletto bianco da cacacazzi figlio di papà (comunque illegittimo). Le parole sono state esattamane queste: “Senza prospettive per il futuro l’unica prospettiva diventa la rivolta. Le istituzioni democratiche vengono contestate e possono arrivare alla dissoluzione, quando non riescono a dare risposte concrete ai bisogi economici e sociali”. Parole che potete leggere anche sul sito della Repubblica, giornale che quando dice Grillo le stesse cose si scandalizza e lo chiama fomentataore, fascista, dittatore, etc, insieme a tutti gli altri giornalai della Rai e di Mediaset.

In effetti che questa cosa la dica il presidente dei giovani industriali o la dica Grillo cambia poco perché è semplicemente una considerazione giusta, e chi fa finta di scandalizzarsi perché in cuor suo spera che nulla cambi in modo che non gli venga toccata la sua rendita di posizione è solo un castaiolo o, peggio, un servo della Casta dei papponi che si sono magnati, e continuano a farlo impunemente, l’Italia.

IL CRONISTA

Il libro FILAMENTI E CAMPI di Gaetano Rizza si può acquistare presso AMAZON (Prime).

Amazon Prime
Amazon Prime

Anche in formato eBook Kindle

ebook kindle libro FILAMENTI E CAMPI di Gaetano Rizza
ebook kindle libro FILAMENTI E CAMPI di Gaetano Rizza

Precedente Italia A e Italia B? Semplificazione eccessiva Successivo L'albero della cuccagna e i servi

2 commenti su “L’unica prospettiva è la rivolta!

  1. Gert dal Pozzo il said:

    La confindustria minaccia che l’unica prospettiva è la rivolta se non si fanno “certe cose”.

    Però, ragioniamo.
    Quando urlava dal suo giornale “FATE PRESTO!” intendeva dire: fate presto ad inculare lavoratori e pensionati per salvare gli interessi di bottega.

    C’è una grossa differenza fra la rivolta di Grillo e quella della Confindustria.
    Io della Confindustria non mi fido proprio per niente, quelli sono peggio della Fornero.

    Grillo mi ha profondamente deluso, ma potrei anche tornare a fidarmici se la smettesse di fare il cretino.

  2. Non c’è bisogno che ti dica che dei porci della confindustria non mi fido neppure io. Loro lanciano l’allarme per il loro interesse, non certo per quello dei lavoratori. Grillo è una persona umana, e sulla Terra di “esseri perfettissimi” non ce ne sono.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.