(Scheda tecnica di Renzi) Solo il Pd può bramare un Burlesquoni 2.0

berlusconi-renzi

Scheda tecnica di Matteo Renzi: la sua voglia di apparire in ogni dove ci sia una telecamera è prorompente, fin dai tempi di quando il povero Mike era ancora in vita. E’ stato miracolato dal Pd che lo ha fatto diventare sindaco della più bella città d’arte del mondo, per quali meriti nessuno lo sa. Se ne è sempre sbattuto di avere come primario interesse quello di governare quella stupenda città, inseguendo piuttosto sempre e comunque la sua smisurata ambizione. S’è messo in mostra da subito nella politica nazionale partecipando ai vari Talk-Show con il suo accento marcatamente toscano, che non è un difetto quando non è ostentato. Ha massacrato tutti i suoi compagni di partito proponendosi come rottamatore del vecchio. Ha massacrato Bersani nella campagna delle primarie del Pd, ciò nonostante non è riuscito a vincerle. E’ tutto un luogo comune. E’ peggio di Veltroni che ha massacrato anche lui i suoi compagni, da Fassino segretario del Pd a Prodi capo del governo, cavandosela nei suoi discorsi con il famoso “Ma anche…” utilizzato per tenersi le porte aperte. Desidera ardentemente diventare presidente del consiglio, ma dice di tifare per Enrico Letta con una falsità che non avevo ancora visto da nessun altro politico (?), desidera diventare segretario del Pd parlando di Epifani come se già fosse morto. Etc, etc, etc.

Solo gente che vota sempre e comunque il Pd col paraocchi può bramare ad avere come leader un personaggio simile, perché tutto sommato hanno sempre invidiato il leader del centro destra Burlesquoni ed è così che desiderano quindi un Burlesquoni 2.0.

Saluti.

IL CRONISTA

Solo il Pd può bramare un Burlesquoni 2.0

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

3 risposte a (Scheda tecnica di Renzi) Solo il Pd può bramare un Burlesquoni 2.0

  1. Gert dal Pozzo scrive:

    Primo: non me ne frega niente che litighino fra di loro, anzi! Vorrei che si massacrassero.
    So di avere ragione. Ti ricordi lo scandalo della Regione Lazio? Se i partiti (PDL) non avessero litigato fra di loro nessuno avrebbe saputo del magna-magna. Perciò finchè litigano va bene.
    Secondo: Renzi potrebbe essere la polpetta avvelenata all’interno del PD: nuovi equilibri vuol dire che verranno fuori i casini che avevano messo in piedi i vecchi marpioni precedenti (che per vendicarsi faranno scoppiare scandali e casini ai nuovi. Bene!)
    Terzo: Spero sono che siano coerenti e buttino a mare Berlusconi. A quel punto B. per vendicarsi o per ripicca aprirà l’armadietto dei dossier segreti e sputtanerà definitivamente il mondo politico.
    Lo so che è un sogno, ma ci spero. Anche perchè sono convinto che gli unici che possono distruggersi sono loro stessi. Se aspetti i 5stelle… campa cavallo.

    p.s.: per buttare a mare B. intendo dire che gli tolgano le frequenze tv. Della politica quello se ne strafotte. Della galera o dei servizi sociali pure.

  2. Gert dal Pozzo scrive:

    “Terzo: Spero sono che siano coerenti…”

    Terzo: Spero soLo che siano coerenti…

  3. IL CRONISTA scrive:

    Concordo con la tua analisi e le tue speranze. Ma non faranno fuori B. proprio per i motivi che hai detto. Se aspetto il M5S campa cavallo, certo, ma meglio far campare il cavallo votando per M5S che è, al momento, il meno peggio anche se, come sappiamo, una cosa molto arraffazzonata. Poi vedremo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*