M5S – Il buon senso non ha lati

cittadini5s(L’articolo si può ascoltare su YouTube)

La polemica, gli articoli, i post sulla faccenda del voto a favore dell’eliminazione del reato di clandestinità e l’immediata sconfessione dei senatori da parte del duo Grillo-Casaleggio non tendono a finire. Ultimo post  che appare sul blog di Grillo è un ulteriore tentativo di giustificazione del comportamento del duo, eccolo. Ma questo modo di fare della coppia dei “portavoce” porta a pochissimo in quanto rende il Movimento troppo precario agli occhi di molti che vorrebbero/potrebbero votarlo. Porta inevitabilmente a pensare che in effetti tutto il pensiero del M5S stia esclusivamente nella testa dei suoi fondatori e che gli onorevoli e i senatori per loro non siano altro che fastidiose appendici da educare e domare. Da  qui le antipatiche accuse di movimento fascista etc…

Questo blog mi è testimone di come anch’io sia convinto che nel M5S ognuno non possa fare di testa propria perché sarebbe l’anarchia, ma dall’anarchia a votare a favore dell’eliminazione del reato di clandestinità (problema che era stato discusso già in ambito M5S, pare anche con parere favorevole della maggioranza) ce ne corre. Tanto più, ribadisco, quando i clandestini (fuggiaschi da guerre e relativa povertà all’ultimo grado) sono già amministrativamente irregolari e  non c’è alcun bisogno di addossare loro sulle spalle anche reati penali, senza per questo smettere di cercare una valida regolamentazione dell’immigrazione di cui si faccia pieno carico anche l’Europa tutta, visto che spesso i destinatari finali di questa immigrazione sono le nazioni centrali e nordiche.

E poi basta con questa paura di farsi considerare opportunisticamente alternativamente di destra o di sinistra dai partiti della vecchia partitocrazia che ci hanno portato sull’orlo del baratro. Paura di votare una legge per non essere presi per un movimento di sinistra e di non votarne un’altra per non essere considerati di destra è cosa molto limitativa, non è intelligente. Il buon senso non ha lati.

Il M5S deve essere – almeno, per questo io l’ho votato – il movimento spontaneo della gente di buon senso che si sente lontana mille miglia dai tatticismi furbastri dei vecchi partiti dei Batman, delle Minetti, dei Penati e dei Formigoni.

IL CRONISTA

M5S – Il buon senso non ha lati

 

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*