Ho votato per espulsione senatori M5S

simbolo-dissidenti

Ho votato per espulsione senatori M5S e vi spiego brevemente il perché. Perché io che sono un cittadino, un elettore e, nella fattispecie, un blogger, posso dire quello che voglio. Posso criticare, posso dissentire per spirito costruttivo o per spirito distruttivo, un senatore che ha aderito a un Movimento che si prefigge di cambiare la società invece non può o, meglio, non può criticare o dissentire andando a piangere nei media piddini e pidiellini, prestando così il fianco agli avvoltoi che vorrebbero il M5S distrutto. Se lo deve fare, come è naturalmente possibile che accada, lo fa nelle riunioni del suo partito o movimento.

Ma non basta, ho votato ancora più convintamente sì anche perché nell’assemblea che avevano fatto i 5S per decidere dell’espulsione era venuto fuori che, di quei quattro soggetti, pare che qualcuno si trattenesse tutto lo stipendio da parlamentare e non solo, e qualche altro tramava da mesi per far nascere un nuovo soggetto politico… come dire… più morbido verso il Pd, in perfetto stile Scilipoti. In Rete si può anche ammirarne il nuovo simbolo.

Ebbene io penso che per scoprire l’America sono occorse migliaia di anni e il coraggio e la determinazione di un grande navigatore (genovese), perciò non mi piace vedere un novello Colombo che a cose fatte sbarca e dice: “Ok, mi porto via un pezzo di quest’America” e la dono alla partitocrazia… Compresa l’antifona?… Capisc’a mè!

Poi se se ne vanno anche altri, pazienza, Beppe Grillo lo aveva messo nel conto. E se il progetto è destinato a fallire, fallisca.

Quello che è certo è che la coscienza dei cittadini si è risvegliata. Qualcosa di buono sarà rimasto, certamente. Sarà quel qualcosa che contrasterà sempre i TROLL della società, in un modo o nell’altro.

IL CRONISTA

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*