Bisogna tornare a parlare della Fornero

gaetano rizza

autore libro Nato negli anni Cinquanta

Bisogna tornare a parlare della Fornero

L’altro ieri dalla Nunziatina (Annunziata) c’era ospite la Fornero che, sotto le domande insolitamente incalzanti della conduttrice – quelle che in genere riserva agli ospiti non piddini – ha, diciamo, ammesso che la storia degli esodati potrebbe in qualche modo considerarsi un errore commesso da lei e dal governo al quale partecipava.
Ma l’ha messa a modo suo, naturalmente. Infatti si è difesa dicendo che può essere considerato uno sbaglio, ma con tanti se…

– Se l’aver spostato di qualche anno l’uscita dal lavoro da parte dei lavoratori anziani che erano già prossimi al traguardo di una vita (penalizzandoli in modo indecente – ndr), per far posto ai giovani è stato uno sbaglio, allora sì, ammetto che è stato uno sbaglio.
– Se questi lavoratori a cui è stata posticipata la pensione sono rimasti poi senza lavoro e senza stipendio è stato uno sbaglio, allora sì, ammetto che è stato uno sbaglio.
– Se non si vuole considerare che tutto quello che ho fatto, l’ho fatto per il bene del Paese e per il futuro dei giovani, allora sì, lo ammetto, è stato uno sbaglio.

… E mi scusi signora Fornero.. e della consulta che ha bocciato la mancata indicizzazione delle pensioni oltre i 1.400 euro lordi cosa ne pensa? “E’ un errore perché con questa bocciatura e col relativo “costo” si fa del male al futuro dei giovani”.

Per la signora Fornero è evidente che i lavoratori anziani sono carne da macello da vendersi un tanto a tonnellata, e sono anche solo percentuali di affamati e di suicidi in più. Ma il tutto è fatto per il futuro del Paese. Perché in futuro si possa star meglio…

Complimenti signora Fornero, so che adesso è stata chiamata da un’università di New York, perché insegni anche agli Usa cosa si deve fare dei lavoratori anziani… A proposito, ma Lei che vende gli anziani a un tanto a tonnellata come carne da macello, quando pensa di togliersi dai coglioni anche lei, che non mi pare sia più tanto giovincella?

Gaetano Rizza

Leggi il libro di Gaetano Rizza NATO NEGLI ANNI CINQUANTA

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Trailer libro Nato negli anni Cinquanta

scegli-carrello

Il romanzo Nato negli anni Cinquanta  di Gaetano Rizza è in vendita qui: laFeltrinelli,  Amazon.it LibreriaUniversitaria, Mondadori StoreIbs.it, HOEPLI.it e in tutte le librerie online. Il libro potrà essere ordinato anche presso migliaia di librerie fisiche in tutta Italia e le librerie stesse potranno tenerlo in libreria ordinandolo a Youcanprint o a Fastbook.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*