Per Istat quattro milioni e mezzo di poveri assoluti

RENZI-SIMSALABIM1Per Istat quattro milioni e mezzo di poveri assoluti

Oggi i tg hanno dato la notizia che l’Istat ha segnalato che in italia si è raggiunto il numero di quattro milioni e mezzo di poveri assoluti (senza contare coloro, almeno altrettanti milioni di persone, che vivono sull’orlo della povertà). Un dato così negativo non si registrava dal 2005.
Beh! Intanto aspettiamoci una smentita domani, o almeno una correzione, oppure un ragionamento di Renzi che trasformerà questo dato in qualcosa di positivo, meglio che un novello Re Mida, come ci ha abituato a fare col semplicissimo gioco delle tre carte a lui e ai suoi solidali così familiare! Mi vedo già i titoli di domani che dimostreranno come con un Sim Sala Bim di silvaniana memoria anche i ragionamenti più scombussolati diventino possibili. Poi facciamoci questa domanda: “Ma se la massima espressione in fatto di economia e di welfare sono davvero i vari bocconiani tipo ‪#‎Monti‬ e ‪#‎Fornero‬ che affrontano i problemi con l’accetta (naturalmente rivolta nella parte del taglio verso il collo dei lavoratori), cosa possiamo pretendere?
Fatevi la domanda e datevi la risposta (Cit. Gigi Marzullo).

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*