Impedire installazione app nei cinafonini

telefoniniConsiderato che l’avvento dell’euro ci ha dimezzato il potere d’acquisto, molti cercano di ovviare a questo disagio rivolgendo la loro attenzione a prodotti cinesi che, a dirla tutta, hanno poco da invidiare a prodotti molto più blasonati. Uno potrebbe farsi qualche problema nel considerare come gli operai vengano trattati nei Paesi cosiddetti emergenti. Ma la cosa si supera pensando che comunque aiutando il commercio dei prodotti di quei Paesi, in fondo, anche gli operai ne risentano in meglio nella qualità della vita. Tanto è vero che i cinesi oggi stanno meglio di decine di anni fa e vivono sempre più all’occidentale. Perlomeno io giustifico i miei acquisti di prodotti cinesi in questo modo. Sarà solo una scusa? Spero di no. Fatto è che non posso più permettermi prodotti di fattura occidentale, almeno per la gran parte; a cominciare dalle auto, da anni compro quelle coreane, per finire coi telefonini, detti ormai cinafonini. E poi penso anche che i grandi colossi occidentali abbiano bisogno di un calmiere per non fare il buono e il brutto tempo a loro piacimento.
L’ultimo mio telefonino è cinese e certo non comprerò mai un prodotto della Apple, e non solo perché non posso permettermelo. Insomma avrete capito che non sono uno di quelli che va a fare code chilometriche di notte per poter essere tra i primi a possedere un oggetto di quella marca, quando con un prezzo a volte inferiore di 5/10 volte (parlando di telefonini) ne posso possedere uno con le stesse qualità.
Ma la roba che costa poco si dice non funzioni bene come quella che costa tanto. Spesso è vero, ma nella tecnologia non è sempre così.
Il mio cinafonino di 5,5′ – del costo di €. 69,00 – funziona benissimo, ma l’ho dovuto testare un bel po’ per metterlo a punto in quanto a quasi ogni accensione cercava di installare nuove app da me non richieste, rallentando quindi il funzionamento. Sembrerebbe che comunque in molti telefonini anche non cinesi sia così, se il sistema operativo è Android, ma non posso metterci la mano sul fuoco.
L’unico modo che ho trovato per ovviare a questo fastidioso inconveniente, dopo aver cercato soluzioni varie nei forum, è stato quello d’installare l’applicazione Netguard che dà la possibilità di disabilitare tutte le app inutili e – prima cosa da fare – disabilitare l’Avviatore. E’ un po’ come avere permessi root senza averli, quindi non compromette la garanzia. Tra parentesi io non sono uno smanettone sui telefonini come invece lo sono nei pc, altrimenti li avrei tolti direttamente, i permessi di root.
Fatemi sapere 😉

P.S.

Attenzione, sono solo suggerimenti, non sono un tecnico, quindi nessuna responsabilità.

Gaetano Rizza
autore del romanzo Nato negli anni Cinquanta

Scegli carrello e il formato (cartaceo o ebook):

Oppure anche nei seguenti store online:
laFeltrinelli
LibreriaUniversitaria
Amazon.it
CreateSpace
Mondadori Store
Ibs.it
HOEPLI.it
Bookrepublic
e in tutte le librerie online, sia nel formato cartaceo che nel formato ebook.

Il libro parla di una vita vissuta tra vicende e vicissitudini dagli anni Cinquanta ad oggi. Inoltre parla dell’incontro dell’Autore con Roberto Vecchioni, dell’incontro con Dori Ghezzi per il patrocinio della Fondazione De André su alcuni concerti tributo organizzati e interpretati dal protagonista del libro, dei concerti stessi, di viaggi in moto in solitaria, di emozioni a 360°.

Vedi il trailer qui

Gaetano Rizza – Facebook
Gaetano Rizza – Libri, Narrativa, Musica, Suggestioni
Gaetano Rizza – Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*