Viaggio in moto a Capo Nord, esperienza positiva o negativa?

In questi giorni su Facebook si nota un affollamento di gente che è stata a Capo Nord e, come al solito, c’è chi la vuole cotta e chi la vuole cruda… Ci sono quelli che: “Tutto bello! Paesi nordici sono civilissimi, strade bellissime, tempo bellissimo, gente cordialissima” e ci sono quelli che: “Non è vero che è tutto bello, tempo del cazzo, strade dissestate, gente poco cordiale, massacrante.
Come al solito la verità sta nel mezzo. Anch’io HO STATO A CAPO NORD, ma a modo mio (non per ferie o vacanze, ma per viaggiare e macinare chilometri in moto, era di maggio (tanto per non farmi mancare niente, neppure il freddo. Ho trovato cose positive e cose negative. L’esperienza totale naturalmente è stata positiva e la rifarei domani. Ma le cose negative non sono mancate, in particolare ricordo, su per la Svezia, con pioggia battente e strada piene di pozzanghere che ti rallentavano le ruote, col buio, senza piazzuole di emergenza ai lati della strada, Tir che mi tallonavano la ruota posteriore senza preoccuparsi di niente se non della loro velocità e giuro che se fossi caduto mi sarebbero passati sopra tranquillamente, almeno questo pareva il loro intento. Per il resto uno che va fin lassù un po’ se la cerca: il viaggio e i posti che percorri sono visioni di un altro pianeta e meritano comunque. Altro di negativo nel complesso non potrei dire.
Vorrei ricordare comunque che i Paesi Nordici sono civili, certo, ma non dimentichiamoci anche che la civile Danimarca non si fa problemi di uccidere una giraffa, in uno zoo, solo perché non c’è più posto per lei e lo fa in orario di apertura al pubblico, macellandola davanti anche a un pubblico di bambini. ORRORE!
Comunque CAPO NORD, bel viaggio!!!
MIO VIAGGIO A CAPO NORD.

Il libro FILAMENTI E CAMPI di Gaetano Rizza si può acquistare sia presso il circuito Ibs e IBS (formato tascabile), che presso AMAZON (Prime).

Anche in formato eBook Kindle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*